Vademecum dei Carabinieri, a Panicale contro le truffe e imbrogli

Molto comuni anche i casi di chi, per strada, con la scusa di effettuare interviste strappa al malcapitato una firma

Rapina anziana a Passignano, in carcere sessantenne italiano

Vademecum dei Carabinieri, a Panicale contro le truffe e imbrogli

PANICALE – Concepito dalla Stazione di Panicale con il patrocinio del Comune, l’opuscolo si rivolge in particolar modo ad anziani e persone deboli, vittime predilette di truffatori e impostori. Si tratta di un pieghevole di facile consultazione, che con un linguaggio informale e diretto parla agli interessati, dando loro suggerimenti e consigli utili per “mettere la sicurezza al primo posto”.

Ricorrendo a esempi concreti, tratti dall’esperienza “sul campo” delle forze dell’ordine, si passano in rassegna i casi di truffe e raggiri più frequenti: dalla visita presso le abitazioni di falsi carabinieri, a quella di finti funzionari Enel, o controllori del gas. Molto comuni anche i casi di chi, per strada, con la scusa di effettuare interviste strappa al malcapitato una firma, o di coloro che sempre con fare educato si spacciano per rappresentanti dell’ordine e propongono abbonamenti a riviste di settore.

E per tutti questi casi si indicano modi e mezzi per non cadere vittime di inganni. Tra le raccomandazioni riportate nel vademecum, quella di non firmare nulla che non sia chiaro, di non partecipare a lotterie non autorizzate, non versare somme di denaro a favore di sconosciuti e di prestare attenzione ai numeri telefonici informativi a pagamento. Infine, si danno indicazioni per come contattare l’Arma qualora si debba segnalare una truffa.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*