Ben Hur una storia di ordinaria periferia a Tuoro sul Trasimeno VIDEO

Lo spettacolo affronta i temi scottanti dell’immigrazione e del razzismo in un modo nuovo e con sagace ironia

di gianni clementi

Ben Hur una storia di ordinaria periferia a Tuoro sul Trasimeno TUORO SUL TRASIMENO – Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito, sono i tre esilaranti protagonisti di Ben Hur una storia di ordinaria periferia in scena mercoledì 11 gennaio, alle 21, al teatro dell’Accademia di Tuoro sul Trasimeno.

Lo spettacolo affronta i temi scottanti dell’immigrazione e del razzismo in un modo nuovo e con sagace ironia. Il testo di Gianni Clementi riesce a rappresentare argomenti di grande attualità con disarmante semplicità facendo scaturire nel pubblico momenti di profonda riflessione, ma anche di grande ilarità.

Sergio, interpretato da Nicola Pistoia, che firma anche la regia, è uno stuntman caduto in disgrazia dopo un avvio di carriera eccellente, niente di meno che con Spielberg nel film Salvate il soldato Ryan; ma un incidente sul set gli renderà impossibile continuare costringendolo a un’eterna attesa di un risarcimento che tarda ad arrivare; così, per sbarcare il lunario si arrangia a posare, vestito da centurione, per i turisti che affollano il Colosseo.

Sua sorella Maria (Elisabetta De Vito) è separata e per arrotondare gli spiccioli del fratello è costretta a lavorare in una chat telefonica erotica. A interrompere il tran tran quotidiano arriva Milan (Paolo Triestino), ingegnere bielorusso con tanta voglia di lavorare. Per mandare soldi alla sua famiglia, Milan si arrangia a far tutto, anche sostituire Sergio nel ruolo di centurione. Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*