Presepi a Magione: storia, fascino, creatività, 5 e 6 gennaio ultimi giorni per visitarli

Nel capoluogo e nelle frazioni l’antica tradizione natalizia rivisitata tra ricostruzioni meccanizzate e artistiche, rappresentazioni viventi e teatralizzate

dav

Presepi a Magione: storia, fascino, creatività, 5 e 6 gennaio ultimi giorni per visitarli MAGIONE – Dal capoluogo alle frazioni tante le occasioni per rivivere la magia della Natività a Magione attraverso i presepi realizzati nel territorio da associazioni, scuole e singole persone. Immancabile una visita al presepe meccanizzato realizzato presso l’orto adiacente la parrocchia di San Giovanni Battista, centro storico del capoluogo, da Sante Cacchiata. La magia del movimento delle singole scene, l’alternarsi del giorno e della notte, la grandiosità delle ricostruzioni, nel fanno uno dei presepi tradizionali più affascinanti.

A San Feliciano, nell’ambito della manifestazione Il Natale di Zuzzuruch organizzato dalla locale proloco il piccolo borgo di pescatori diventa lo scenario unico e affascinante di un presepe teatralizzato realizzato dal gruppo teatrale Piccolo Principe. Due le rappresentazioni in programma, mercoledì 5 e giovedì 6 gennaio, ore 17. Nella sera di giovedì sarà possibile, alle ore 20, ascoltare il duo composto da clarinetto, Andrea Agostini, e fisarmonica, Umberto Ugoberti, nella locale chiesa parrocchiale.

Anche ad Agello è la vena artistica a rendere unico il presepe realizzato da Roberto Candeliere in piazza Agilla, all’interno della sede dell’Antica cisterna. Su uno sfondo che riproduce lo skyline del borgo che si staglia tra le colline del Trasimeno giochi di luce accarezzano i personaggi della rappresentazione creando particolari effetti.

A chiudere la rassegna il presepe vivente di Antria che apre la sua affascinante scenografia in un’ultima rappresentazione giovedì 6 gennaio dalle 16 alle 19.30 organizzata dalla proloco Vivi il Paese in collaborazione con altre associazioni locali. In occasione dell’iniziativa acquistando un segnalibro si può dare un contributo a favore della cooperativa sociale Relegart che ha come finalità l’inserimento nel mondo del lavoro di persone portatrici di handicap. In contemporanea al presepe, alle ore 17, nella chiesa di san Rocco e sant’Antonio abate si terrà il concerto dell’Ensemble vocale femminile “Nota So” organizzato dal Comitato promotore per i festeggiamenti del XXV centenario del Ss. Crocefisso che si svolgeranno nel 2020.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*