Castello di Cibottola, Peltristo: “La Soprintendenza finalmente ci ha risposto”

 
Chiama o scrivi in redazione


La Civica Piegaro, con Peltristo, torna sollecitare la Soprindendenza
I luoghi del silenzio (foto)

Castello di Cibottola, Peltristo: “La Soprintendenza finalmente ci ha risposto”

“Finalmente la Soprintendenza ci ha risposto“. Augusto Peltristo, Vicecommissario Lega Trasimeno e Capogruppo della Civica di Piegaro, ha ricevuto risposta direttamente dalla nuova Direttrice della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria Rosaria Mencarelli riguardo alla questione del “Castello di Cibottola“ dopo le numerose richieste di informazioni inviate, l’ultima delle quali tramite l’avvocato Valeria Passeri.

© Protetto da Copyright DMCA

“I vari proprietari, il Comune di Piegaro in primis, la Diocesi di Perugia e privati – dice Peltristo -, non sono intervenuti a risolvere la grave situazione di declino e pericolo per l’incolumità pubblica in cui versa il Castello di Cibottola e cosa più grave, nonostante i nostri continui avvisi, nessuno si è occupato della problematica. Una situazione – aggiunge – che si trascina oramai da troppo tempo, ma ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta né dai proprietari né dalle varie Istituzioni”.

L’area tecnica del Comune di Piegaro, a seguito di un sopralluogo, dopo le numerose richieste della Civica Piegaro ha proposto la modifica dell’ordinanza, chiedendo che il privato mettesse in sicurezza, anche tramite puntellamento, il tratto di muro che potrebbe costituire un pericolo per la pubblica incolumità, ciò non è mai avvenuto. E’ stata anche interessata la Procura della Repubblica.

“Abbiamo interpellato più volte la Soprintendenza – prosegue il Capogruppo – chiedendo e ottenendo nell’estate scorsa anche un sopralluogo presso il Borgo di Cibottola. “La Direttrice  della Soprintendenza – conclude Peltristo –  ci ha assicurato che sta conducendo le dovute azioni connesse alla tutela del Castello di Cibottola interpellando direttamente le parti proprietarie,  è chiaro che andremo avanti per far luce sulla situazione di questo Borgo che nel frattempo sta andando sempre più in rovina”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*