Corciano: si amplia l’Ambulatorio Odontoiatrico Oculistico Solidale

 
Chiama o scrivi in redazione


Corciano: si amplia l’Ambulatorio Odontoiatrico Oculistico Solidale

Corciano: si amplia l’Ambulatorio Odontoiatrico Oculistico Solidale

Protocollo d’intesa Corciano, Magione e Passignano con associazione Asili Notturni “Umberto I” Umbria

L’ambulatorio Odontoiatrico e Oculistico Solidale, con servizi gratuiti per le fasce sociali più deboli e con difficoltà esistenziali, istituito nel Comune di Perugia più di un anno fa, amplia il suo raggio d’azione.

L’associazione Asili Notturni “Umberto I” Umbria, che lo ha ideato, presente con una nutrita rappresentanza, ha sottoscritto un protocollo d’intesa con i sindaci di Corciano, Magione e Passignano sul Trasimeno – rispettivamente Cristian Betti, Giacomo Chiodini e Sandro Pasquali, che segue quello già firmato nel 2019 con il Comune capoluogo di regione. Il documento è stato siglato a Corciano, nella sala del Consiglio Comunale “Alessandro Truffarelli”.

L’ambulatorio, al pari dei similari riconducibili agli Asili Notturni di Torino, operativi dal 1896, e di altre strutture simili nate in Italia, intende venire incontro alle esigenze dei tanti che, a causa di una condizione di disagio, vedono ferita la propria dignità.

“Per i servizi che riusciamo ad erogare – è stato detto – le richieste sono in aumento. Soltanto nel settore odontoiatrico, da quando operiamo abbiamo fornito 150 protesi, mentre in quello oculistico una cinquantina di lenti e montature, oltre alle visite. Veniamo incontro a problemi che sono sanitari e psicologici e coinvolgono anche i giovani. La povertà in aumento, che non ha più limiti di nazionalità se pensiamo che il 51% dei richiedenti è italiano, implica che quanti svolgono un’azione sociale, possano mettere in campo le proprie risorse umane e professionali per costruire un welfare che nasce dal territorio”.

L’associazione Asili Notturni, ha comunque specificato di essere mossa dall’intento di dare una mano ma anche di poter ricevere un supporto di tipo volontaristico, ad esempio con la segreteria, da parte di chi ne condivide le finalità.

“Ce la metteremo tutta per ampliare la capacità di intervento e riuscire anche ad avere un ambulatorio in più – è stato assicurato – L’aspetto odontoiatrico è sicuramente il più costoso, ma diamo ai pazienti gli strumenti per affrontare il loro presente e accedere in modo tempestivo e gratuito a cure specialistiche odontoiatriche e ortodontiche”.

In linea con la progettualità i tre sindaci presenti, che si sono detti d’accordo di poter allargare il proprio orizzonte sul sociale e di trasmettere il messaggio in modo adeguato.

“Sono felicissimo di poter collaborare attraverso i nostri Servizi Sociali – ha detto Betti – che dovranno operare affinché questa iniziativa e questa opportunità raggiunga davvero le fasce più deboli. Chi già si è rivolto agli uffici ha superato la fase di pudore che è il principale deterrente al ricorso ad un sostegno solidale, ma sono ancora tanti coloro che dobbiamo raggiungere”.
Cristian Betti, Sindaco di Corciano
Cristian Betti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*