Patto di amicizia tra le comunità di Foligno e Magione nel nome di San Feliciano

delegazioni proloco_2023

Patto di amicizia tra le comunità di Foligno e Magione nel nome di San Feliciano

Un patto tra i sindaci di Foligno, Stefano Zuccarini, e Magione, Giacomo Chiodini, sancisce l’amicizia tra i due comuni nel segno di San Feliciano patrono di Foligno e della frazione di San Feliciano.
La cerimonia della firma del “Patto di amicizia” avrà luogo a San Feliciano il 26 luglio, alle ore 18, nell’area esterna del Museo della pesca, in occasione della Festa del giacchio. Sarà preceduta dagli interventi dei due attuali presidenti delle proloco: Alfredo Pelliccia, proloco San Feliciano, Luca Radi, pro-Foligno, da testimonianze delle due comunità e si concluderà con il concerto del Melantropie Duo con Tullia Maria Mancinelli, voce, e Mohan Testi arpa.
Con la firma del patto le due comunità intendono favorire e sostenere un percorso di sinergia su eventi culturali e sociali, valorizzando e promuovendo il patrimonio storico, artistico, culturale ed eno-gastronomico delle due città contribuendo alla crescita collettiva e allo sviluppo delle realtà territoriali; accelerare e favorire prospettive comuni che valorizzino sempre più le eccellenze e le esperienze locali riuscendo ad intercettare ed utilizzare risorse locali regionali nazionali ed europee, indispensabili per lo sviluppo dei territori e delle imprese per affrontare nuovi scenari e nuove opportunità.
Un’amicizia avviata il 24 gennaio del 1981 tra gli allora presidenti delle due proloco, Amilcare Ottaviani per Foligno e Francesco Mezzetti per San Feliciano, e proseguita ininterrottamente con scambi culturali e sociali culminati in un vero gemellaggio tra le due comunità che vedono oggi coinvolte anche le rispettive amministrazioni.
Tra gli eventi organizzati nel corso di oltre quaranta anni di amicizia si ricordano le visite delle rispettive delegazioni ai luoghi culturali, storici e d’importanza ambientale come, per Magione, il Museo della Pesca del Lago Trasimeno, il Castello dei Cavalieri di Malta, a Monte del Lago  Villa Aganoor Pompilj, Isola Polvese, Isola Maggiore, Tuoro sul Trasimeno nei luoghi della battaglia di Annibale e il Parco del sole, la chiesa parrocchiale di Montesperello con i dipinti di Gerardo Dottori, la Cantina Berioli e, per finire, l’Atelier degli artisti Umberto Raponi e Luciana Bartella. La delegazione della proloco di San Feliciano ha potuto visitare a Foligno il Duomo dedicato al comune patrono, Palazzo Trinci e il Museo Diocesano, l’Abbazia di Sassovivo, partecipato alla Giostra della Quintana, alla Festa del Socio e ai Primi d’Italia.
Un rapporto di gemellaggio che si è sempre mantenuto saldo e costante anche grazie a importanti occasioni culturali come l’incontro alla Sala Canottieri di San Feliciano nel 2008 con Monsignor Mario Sensi e Franco Mezzanotte,  con i presidenti Luigi Gasperi e Ambra Cenci, l’esibizione del giovane pianista magionese, di origini bulgare, Andrian Zarkoff in occasione della consegna del Giglio d’Oro a Foligno del 2014 e il concerto, sempre nel borgo lacustre, della “Schola Cantorum Sancta Caecilia” nel 2015 tenutosi nella chiesa parrocchiale. Nel 2017, in occasione della Festa del Giacchio, alla presenza dei due presidenti, Alfredo Ottaviani per Foligno e Matteo Agabitini e una folta delegazione di soci e simpatizzanti di entrambe le parti, la visita del Campo del Sole di Tuoro, con la guida di Sauro Carloni della Pro Loco di San Feliciano e di Rita Marini della Pro Foligno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*