Peltristo, potenziare le strutture sanitarie nel Distretto del Trasimeno

 
Chiama o scrivi in redazione


Controllo mezzi pubblici e tutela attività medici generici, le proposte di Civica Piegaro

Peltristo, potenziare le strutture sanitarie nel Distretto del Trasimeno

Il Capogruppo della Lega chiede l’allestimento di tensostrutture esterne presso strutture sanitarie

Augusto Peltristo, vice commissario della Lega Trasimeno e Capogruppo della minoranza all’Unione dei Comuni, con una missiva inviata al Commissario Usl Gilberto Gentili e al Direttore dei distretti Marco Brunori e per conoscenza all’assessore regionale alla sanità Luca Coletto e a tutti i Sindaci dei Comuni del Trasimenochiede con urgenza anche visto l’emergenza Covid-19, di aumentare il numero di personale sanitario specializzato e l’allestimento di tensostrutture esterne per i pazienti in attesa di visita presso tutti i presidi ospedalieri e le altre strutture sanitarie del Distretto del Trasimeno“.

Peltristo, nella lettera inviata precisa: “stante la situazione di emergenza sanitaria  prolungata dovuta all’aumento dei contagi per covid19, nasce la necessità di aumentare il numero di personale sanitario specializzato ( diminuito drasticamente negli ultimi anni ) nel Distretto del Trasimeno per rispondere non solo all’emergenza del momento ma anche per garantire e potenziare le prestazioni sanitarie da erogare ai cittadini così fungere da filtro e così non gravare ulteriormente sul Santa Maria della Misericordia”.

“ Nel Distretto del Trasimeno – prosegue il Capogruppo – negli ultimi anni abbiamo perso o ridotto le attività ed il numero di  professionisti come: cardiologi, ortopedici, pneumologi, otorini , oculisti , radiologi , anestesisti oltre che personale infermieristico  ed assistenziale”.

Serve con urgenza una redistribuzione equa del personale sanitario nelle varie sedi territoriali. La loro carenza ha portato gravi disservizi e disagi alle nostre comunità con la riduzione delle prestazioni erogate, liste di attesa dilatate e la necessità di spostamento verso strutture più complesse che offrono cure e servizi migliori”.

Fondamentale secondo Peltristo: “allestire tensostrutture esterne idonee, che garantiscano le regole sul distanziamento, in tutti i presidi sanitari del Trasimeno“.

“Con l’avvicinarsi della stagione invernale -conclude l’esponente della Lega – con le temperature più basse ed un clima meno clemente e come già premesso con l’emergenza sanitaria in atto, scaturisce questa esigenza, per permettere lo smistamento dei visitatori e la loro permanenza durante l’attesa di un paziente o per chi è impegnato in una visita”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*