Rifiuti – L’isola ecologica della “Potassa” apre le porte ai cittadini di Piegaro 

 
Chiama o scrivi in redazione


Rifiuti - L’isola ecologica della “Potassa” apre le porte ai cittadini di Piegaro 

Rifiuti – L’isola ecologica della “Potassa” apre le porte ai cittadini di Piegaro

Rifiuti – L’isola ecologica della “Potassa” apre le porte ai cittadini di Piegaro. Il nuovo impianto diventa intercomunale. Ferricelli: “Previsti risparmi sulla Tari 2022”

  • Piegaro, 11 gennaio ’21 – Il 2021 porta importanti novità per i cittadini di Piegaro nel campo della raccolta differenziata dei rifiuti.
© Protetto da Copyright DMCA

Dal primo gennaio la ricicleria intercomunale in località “La Potassa” ha aperto i “cancelli” anche ai piegaresi, sulla base di quanto stabilito dalla convenzione tra i Comuni di Panicale e Piegaro. Convezione approvata dalla Giunta comunale, dopo un passaggio in seconda commissione dove la proposta ha trovato il sostegno unanime di maggioranza e opposizione. 

Il nuovo impianto, inaugurato nel giugno 2020 e fiore all’occhiello in tutta l’area del Trasimeno presenta molti vantaggi. E’ moderno, ad appena quattro chilometri dal sito dell’attuale isola ecologica comunale in località Ripa, comodo, aperto cinque giorni a settimana e dotato di piattaforme di scarico. Inoltre nella stessa area insiste il centro del riuso per garantire nuova vita a oggetti ancora non pronti a diventare rifiuti.  

Si definisce così la strategia di riorganizzazione del servizio di conferimento rifiuti – spiega il sindaco di Piegaro, Roberto Ferricelli -: innanzitutto viene chiusa l’isola ecologica di Ripa, angusta, poco utilizzata e non adattabile anche con lavori di rinnovamento per il conferimento di RAEE R1 e RAEE R2 (grandi e piccoli elettrodomestici).

La convenzione prevede che il nostro Comune partecipi ai costi di gestione diretti indiretti e del personale del nuovo impianto per il 23%, percentuale pari ai conferimenti dei cittadini di Piegaro nella ricicleria di Tavernelle nel triennio 2017-2019, più un canone di utilizzo destinato al comune di Panicale come forma di indennizzo per i lavori di realizzazione che ha sostenuto autonomamente.

Con questo accordo – prosegue il primo cittadino – il nostro Comune avrà un risparmio annuo complessivo di circa trentamila euro rispetto alla gestione solitaria della ricicleria di Ripa, più la quota di investimento per i lavori di adeguamento di cui avrebbe necessitato.

Questo risparmio avrà ricadute direttamente sui cittadini sotto forma di minor gettito TARI dal 2022. L’amministrazione comunale continua così convintamente a perseguire l’efficienza e l’economicità nella gestione delle risorse pubbliche migliorando la qualità dei servizi al cittadino”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*