Vandali rovinano la festa per i bimbi di scuola, rubati i sassi colorati

 
Chiama o scrivi in redazione


Vandali rovinano la festa per i bimbi di scuola, rubati i sassi colorati

Rubati a Tavernelle i sassi colorati che gli alunni delle Elementari avrebbero dovuto trovare in una speciale ’caccia al tesoro’

© Protetto da Copyright DMCA

(Rassegna stampa) PANICALE «Vorrei stringere la mano – il tono è chiaramente sarcastico – a chi stanotte si è ’divertito’ a far sparire i sassi dipinti a mano dai parchi pubblici e stracciare le locandine di un evento dedicato ai bambini della scuola elementare». Hanno rovinato l’iniziativa ideata per festeggiare l’ultimo giorno di scuola, chissà se chi l’ha fatto ne era consapevole, mentre gettava via dei sassi dipinti a mano e stracciava cartelloni.

E’ accaduto a Tavernelle dove le volontarie del progetto si erano dedicate almeno fino alle 22. Appena 11 ore dopo l’amara sorpresa: «Non faccio foto non servono… – scrive Lia , una delle ideatrici – la tristezza mi assale ma non la darò vinta a nessuno. Anche se i bambini mi hanno visto nascondere la scorta che mi ero tenuta a studio, è stata spero anche per loro una festa.

Non insegniamo ai nostri bimbi come togliere il sorriso ad altri». Il gioco è stato comunque realizzato anche se con un po’ di amaro in bocca: si trattava di «Caccia a ‘un sasso per un sorriso’ di fine anno», l’insolita caccia al tesoro a cui si dovevano dedicare le classi della Don Milani, a partire dalle ore 9 nelle aree verdi del paese (Parco Berardo Berardi, Giardino della scuola, Parco Boario, Parco L’Occhio e Piazza Mazzini).

Il loro compito quello di scovare i sassi: sarebbero dovuti essere quasi 200, dipinti, accuratamente nascosti la sera precedente, invece si sono dovuti accontentare di quelli avanzati dalla razzìa. L’iniziativa si ispira a quello che sta diventando ormai un fenomeno in molte città del centro Italia e che anche al Trasimeno ha preso piede. Sorprese in arrivo pure per i bimbi della Materna «Monumento ai caduti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*