Welfare di comunità, partita la lotteria solidale “Trasimeno fatto a mano”

 
Chiama o scrivi in redazione


Welfare di comunità, partita la lotteria solidale “Trasimeno fatto a mano”

Welfare di comunità, partita la lotteria solidale “Trasimeno fatto a mano”

Una lotteria “solidale” con in palio i prodotti artigianali provenienti dai laboratori museali della zona lacustre. A conclusione delle attività proposte nell’ambito del Progetto “I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità”, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, il gruppo di lavoro ha messo in piedi “Trasimeno fatto a mano”, lotteria all’insegna dell’inclusione e della collaborazione sociale.

L’intento – spiega Giulia Balestro di Frontiera Lavoro, la cooperativa che ha gestito il progetto – è quello di festeggiare e porre in primo piano una comunità che è ricca di saperi tradizionali ma, allo stesso tempo, si mostra attenta e attiva nei confronti dei bisogni di tutti i suoi membri.
© Protetto da Copyright DMCA

Nella sezione “shop” del sito www.trasimemosocialcratf.it è già possibile acquistare i biglietti. L’estrazione avverrà on line su piattaforma Zoom nell’ambito dell’evento conclusivo del progetto, in programma per il mese di marzo. Ogni acquirente avrà la possibilità di vincere, poiché tutti i numeri sono associati a dei prodotti. In seguito all’acquisto si riceveranno tutte le informazioni e un piccolo omaggio da parte del Laboratorio di Botanica e Cura del verde.

In palio, come detto, i prodotti artigianali provenienti dai laboratori che nei mesi scorsi si sono svolti presso i quattro Musei del Trasimeno (TrasiMemo a Paciano, Museo del Vetro a Piegaro, Museo della pesca a San Feliciano e Museo di storia naturale a Città della Pieve).

Premi “speciali”, realizzati dai destinatari del progetto, che per due anni si sono dedicati all’arte e ai mestieri caratterizzanti il proprio territorio di residenza. Si tratta di tessuti, manufatti in ceramica, produzioni artistiche legate alla cultura della pesca e oggetti in vetro, creati dalla sinergia tra allievi ed esperti maestri d’arte. Il ricavato ottenuto dalla partecipazione alla lotteria sarà destinato all’attivazione di un tirocinio lavorativo, riservato ai destinatari, nonché allievi, del progetto.

L’avvicinamento al contesto lavorativo rappresenta un traguardo importante e significativo, indice di una forte collaborazione con i servizi socio-sanitari del Trasimeno. In particolare, le azioni progettuali sono state condivise e supportate dall’equipe del Centro di Salute Mentale di Magione che, in linea con i principi e i benefici della terapia occupazionale, propone tali attività alla loro utenza, in un’ottica di empowerment e promozione del benessere psicofisico della persona. Ma la lotteria non è l’unico appuntamento ad essere in programma.

LEGGI ANCHE – Passignano sul Trasimeno: da lunedì il nuovo servizio raccolta differenziata

In occasione dell’evento conclusivo di marzo, oltre all’estrazione dei biglietti, si potrà assistere alla prima proiezione del Festival del Paesaggio, video conclusivo del progetto, realizzato da tutti i soggetti coinvolti in questi due anni di attività: destinatari, associazioni e istituzioni.

“I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità” è stato promosso dalla Cooperativa Frontiera Lavoro con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, di UslUmbria1 e dei comuni di Città della Pieve, Magione, Paciano e Piegaro, rispettivi luoghi delle sedi laboratoriali.

L’intera Unione dei Comuni del Trasimeno ha partecipato attivamente alla realizzazione delle fasi finali del progetto, dando un notevole contributo alla sua divulgazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*