Un centro di ascolto Caritas al Santuario mariano di Carraia

Risponderà alle necessità dei comuni di Castiglione del lago, Magione e Paciano. L'inaugurazione domenica 13 maggio con il cardinale Bassetti

caritas
caritas

Un centro di ascolto Caritas al santuario mariano di Carraia  – La Chiesa di Perugia-Città della Pieve si arricchisce di una nuova opera segno di Carità di rilevanza anche sociale, il centro di ascolto Caritas (CdAC) delle comunità parrocchiali di Sanfatucchio, Panicarola, Macchie, Paciano, Vaiano, Villastrada e Sant’Arcangelo del Lago, costituenti la 32a unità pastorale dell’Archidiocesi, che insistono su tre comuni dell’area del Trasimeno, Castiglione del Lago, Paciano e Magione.

sarà inaugurata ufficialmente domenica 13 maggio, alle ore 17, alla presenza del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti

Quest’ultima Opera segno, che va ad aggiungersi a diverse altre realizzate in zone periferiche, è stata ricavata nei locali dell’antico Santuario della Madonna della Carraia di Castiglione del Lago e sarà inaugurata ufficialmente domenica 13 maggio, alle ore 17, alla presenza del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, del direttore della Caritas diocesana diacono Giancarlo Pecetti e dei sindaci Sergio Batino (Castiglione del Lago), Riccardo Bardelli (Paciano) e Giacomo Chiodini (Magione).

L’incontro inaugurale culminerà con una preghiera-meditazione dal titolo “Nessuno è straniero in casa propria: la terra è di Dio”, e con il rituale “taglio del nastro” del nuovo CdAC.

don Leonardo Romizi, vicario episcopale di zona

«Sentivamo da tempo la necessità di un Centro di Ascolto nella nostra Unità pastorale – spiega don Leonardo Romizi, vicario episcopale di zona – per poter rispondere alle necessità materiali e umane di circa 50 famiglie del nostro territorio, di cui circa il 15% sono italiane. Fino a ieri queste famiglie venivano assistite dal centro di ascolto di Castiglione del Lago. Ora, grazie al supporto di una ventina di volontari delle Caritas parrocchiali, potranno trovare nel nostro territorio accoglienza, ascolto, e un aiuto concreto».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*