PagoPa Magione. Tanti i servizi comunali che oggi si possono pagare da casa

Vicesindaco Lagetti: “adotteremo modalità di comunicazione che consentano di facilitarne l’utilizzo a tutti i cittadini”

 
Chiama o scrivi in redazione


Assessore_Lagetti_Massimo

Trasparenza, sicurezza e semplificazione. Questi i motivi principali alla base del sistema PagoPa tramite cui, accedendo dal sito del Comune di Magione, è possibile pagare tributi, tasse, utenze, rette verso la pubblica amministrazione. Un importante servizio per il cittadino che il Comune di Magione ha attivato aderendo alla piattaforma della Regione Umbria.

© Protetto da Copyright DMCA

L’utente entrando nel sito del Comune, cliccando sul banner PagoPa e scegliendo nella lista di enti aderenti Comune di Magione potrà effettuare online uno o più pagamenti semplicemente utilizzando il proprio codice fiscale. Sarà invece necessaria l’identità digitale o SPID per accedere a informazioni relative alla propria posizione debitoria o per conoscere i pagamenti effettuati.

Attualmente sono ben diciotto i servizi che possono essere pagati comodamente da casa. Si va dai tributi, come Imu Tasi e Tari, ai diritti di segreteria; dalle ricerche storiche archivi di stato e anagrafe ai diritti di emissione per la carta d’identità fino al versamento delle quote per l’utilizzo delle sale per matrimoni o unioni civili.

“Un importante passo avanti – commenta Massimo Lagetti, vicesindaco e assessore all’innovazione tecnologica – nel processo di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni a cui come Comune stiamo lavorando da tempo. Siamo stati tra i primi in Umbria ad aderire alla piattaforma PagoPa della Regione Umbria, anche grazie a un ufficio che vanta alte competenze al riguardo. Una modernizzazione di particolare utilità in questo momento di emergenza sanitaria e che non vuol dire abbandonare il cittadino a se stesso ma solo garantire una maggiore trasparenza ed efficienza nel complesso sistema dei pagamenti. Oggi, ognuno può effettuare verifiche personali sui servizi pagati o che deve pagare senza spostarsi dalla propria abitazione o perdendo giorni di lavoro. Gli uffici restano a disposizione per ogni chiarimento e per aiutare chi trovasse difficoltà nell’utilizzo o non fosse in possesso di strumenti per accedervi. Per quello che riguarda la comunicazione avvieremo una serie di iniziative volte a far conoscere questo servizio in maniera più approfondita così da renderne più abituale l’utilizzo. Comunque i dipendenti comunali sono sempre disponibili a fornire tutte le informazioni al riguardo.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*