Gal Trasimeno-Orvietano, il 7 agosto inizia attività animazione

gal trasimeno-orvietano

Con l’avvicinarsi degli adempimenti relativi alla nuova programmazione, il Gal Trasimeno-Orvietano sarà chiamato dalla Regione dell’Umbria a comporre il nuovo Piano di Sviluppo Locale che guiderà programmi e azioni sia nell’area del Trasimeno che in quella dell’Orvietano per i prossimi anni. Il programma Leader all’interno delle misure del PSR 2014/20, approvato dagli organismi comunitari il 12 giugno scorso, è stato presentato ufficialmente ad Orvieto il 23 luglio 2015 dalla Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e dall’Assessore Fernanda Cecchini. Il nuovo PSL sarà occasione di sostegno allo sviluppo nel medio periodo sia agli investimenti pubblici che a quelli privati, e sarà accompagnato anche dall’impegno che il Gal stesso dovrà garantire ad altri due programmi, quello delle aree interne dell’Orvietano compresa Città della Pieve e il contratto di paesaggio del Trasimeno. Ed è proprio in funzione di questi appuntamenti che l’attività di animazione inizia nel cuore dell’estate a partire dall’area del Trasimeno.

Il primo incontro convocato dal Gal presso la sede di Città della Pieve con le otto amministrazioni comunali dell’area del Trasimeno e tutte le associazioni di categoria dell’artigianato, agricoltura, pesca, turismo ed industria è convocato per venerdì 7 agosto alle 18. Si discuterà di marketing territoriale e verrà verificata la possibilità di sostenere un progetto a favore dello sviluppo economico del comparto principale di quest’area, che è quello legato al turismo. Subito dopo ferragosto, verrà organizzato un workshop con gli imprenditori, al fine di creare una rete di collaborazioni e di contatti a sostegno di idee e progetti per lo sviluppo di un’area, come quella del Trasimeno, che può vantare molte eccellenze tra produzioni tipiche, artigianato artistico, beni culturali, ambiente e paesaggio di grande pregio, ma che, allo stesso tempo, ha necessità di creare una rete, coinvolgere in modo più incisivo le componenti private, e qualificare l’impegno progettuale e gli obiettivi da raggiungere.

Per questo non si può certo ignorare la componente imprenditoriale, che vanta anch’essa delle eccellenze nel Trasimeno, nel Made in Italy, nel settore dell’alta moda come in quello del turismo o dei prodotti agricoli ed artigianali. Il nuovo Consiglio d’amministrazione del Gal, il Presidente Massimo Tiracorrendo ribadiscono che la nuova programmazione dovrà, ancor più che in passato, e, soprattutto in tempi di crisi come questo che stiamo attraversando, coinvolgere la componente privata, in stretta sinergia con quella pubblica attraverso una forte collaborazione, garantendo un puntuale sostegno, così come d’altra parte auspica l’Unione Europea nell’attuazione del programma approccio Leader, unitamente al Piano di Sviluppo Regionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*