Moon in June, dopo l’incanto della due giorni all’Isola Maggiore, sbarca a Castiglione del Lago

Moon in June, dopo l’incanto della due giorni all’Isola Maggiore, sbarca a Castiglione del Lago

Prosegue il viaggio di “Moon in June” che sbarca a Castiglione del Lago grazie ad una nuova due giorni, con il ricordo del suggestivo e intenso week end appena trascorso all’Isola Maggiore.

Dopo le mille persone che hanno applaudito l’esibizione al tramonto di Max Gazzè e i tanti che hanno assistito all’originale progetto sulle musiche di Pinocchio, con l’ensemble degli Esecutori di Metallo su Carta e la voce di Emma Nolde, ora è arrivato il momento dell’atteso reading-concerto di Patti Smith (già sold out).

Domenica 26 giugno (ore 21, Rocca Medievale di Castiglione del Lago) è infatti il giorno del grande ritorno in Umbria di Patti Smith con l’evento “An evening of poetry and music”, uno spettacolo acustico ed intimo tra musica e poesia. Con una novità: saranno quattro i musicisti sul palco invece che in duo come previsto inizialmente.

Ma non solo. Il giorno prima (sabato 25 giugno) sempre la Rocca del Leone del borgo del Trasimeno ospiterà due eventi ad ingresso libero: la presentazione del libro “Rai stereo notte” alla presenza dell’autore Giampiero Vigorito (ore 17.30, relatori Fabio Nucci e Fabrizio Croce, alle letture Francesca Gatto) e il concerto di Andrea Chimenti, una delle voci più raffinate del cantautorato italiano (ore 19).

Rai Stereo Notte

Il programma radiofonico che ha contraddistinto più di una decade e che tuttora è il punto di riferimento transgenerazionale di moltissimi ascoltatori. Un suono accompagnato da una coda di ricordi e suggestioni che sono entrate nell’immaginario collettivo di milioni di italiani e che ha fatto delle loro notti una dimensione dell’anima. Il libro, a cura di Giampiero Vigorito e dei conduttori di Raistereonotte, ha l’introduzione di Carlo Massarini, i contributi dei collaboratori storici e le testimonianze dei vip del mondo della musica e dello spettacolo: da Ligabue a Baglioni, da Bennato ad Arbore.

Andrea Chimenti

S’intitola “Il Deserto La Notte Il Mare” il nuovo lavoro di Andrea Chimenti. L’ex voce dei Moda (uno dei gruppi capostipiti del rock italiano assieme a Litfiba e Diaframma) torna così sulle scene musicali con materiale inedito a sei anni dal disco “Yuri” (2015) per quello che è il suo decimo album in studio. Tantissimi gli ospiti e musicisti inclusi nelle 11 canzoni inedite: David Jackson dei Van Der Graaf Generator partecipa in tre tracce del disco tra cui il singolo “Milioni”, Ginevra di Marco duetta con Chimenti nel brano “Allodola Nera” ed ancora Antonio Aiazzi (Litfiba) Fabio Galavotti (Moda), Francesco Magnelli (CSI e CCCP) partecipano ad un album intenso di raffinata poesia. Tutto arrangiato e prodotto dallo stesso Chimenti con Cristiano Roversi (Moongarden). Un disco intramontabile che è già un classico di ineguagliabile bellezza.

Dal 1983 al 1989 Andrea Chimenti è il cantante dei Moda, con i quali realizza tre album. Nel 1990 inizia la sua carriera solista. Sono usciti fino ad oggi numerosi album più svariate compilation e collaborazioni tra cui ricordiamo quella con Mick Ronson (chitarrista e produttore di D. Bowie, Lou Reed, Bob Dylan…) David Sylvian, Steve Jansen, Mick Karn, Gianni Maroccolo, Piero Pelù, Federico Fiumani (Diaframma), Giancarlo Onorato. Nel teatro e cinema lavora come attore e realizza colonne sonore, installazioni e sonorizzazioni di mostre d’arte.

Patti Smith

Sicuramente è un concerto molto atteso e di sicuro sarà memorabile. La “sacerdotessa” del rock in riva al Trasimeno è uno spettacolo da non perdere. Lo sa bene chi è riuscito ad ottenere in prevendita un ingresso. Vera icona del rock vivente, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Amata, discussa, potente e idealista, la cantautrice e poetessa è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e, senza dubbio alcuno, tra gli artisti più influenti di sempre.

Moon in June

Il festival quest’anno è caratterizzato dalla formula itinerante. Oltre all’Isola Maggiore, ancora cuore pulsante della rassegna con i primi due giorni di grande musica al tramonto già archiviati (18 e 19 giugno), altre località del Trasimeno sono protagoniste. “Moon in June” è tornato quindi per ampliare il suo sempre suggestivo ventaglio di proposte musicali da proporre anche in nuovi spazi. Non solo la tradizionale Isola Maggiore (Tuoro) a far da scenario, ma tutto il Trasimeno diventa per l’estate palcoscenico di eventi unici.

Sono quindi ancora in programma concerti anche in altri comuni lacustri come Castiglione del Lago, Passignano, Magione (San Feliciano), Panicale, Città della Pieve.

Passignano (Lungo Lago) il 21 luglio (ore 21) farà da scenario ad un’altra grande artista, la cantautrice folk inglese Beth Orton, in esclusiva per Moon in June come unica data italiana.

Il 26 agosto a Panicale (Arena Beverly Pepper, spazio che sarà così inaugurato con un concerto) invece andrà in scena “Songs in a Conversation”, il nuovo progetto di Roberto Angelini Rodrigo D’Erasmo, un omaggio a Nick Drake a 50 anni dall’uscita del suo ultimo lavoro discografico Pink Moon. Un nuovo concerto che si inserisce nel già ricco cartellone di “Moon in june”. Per questi concerti a pagamento sono attive le prevendite online su www.boxol.it.

Non mancheranno poi anche altri eventi gratuiti. Il 18 agosto a San Feliciano ad esibirsi saranno Petra Magoni (voce) e Ilaria Fantin (liuto). Prima ci sarà la presentazione di “Inchiostro”, progetto di brani originali di Anna Panzanelli. Con lei (voce e pianoforte) ci saranno Pietro Mirabassi (sax), Toti Panzanelli (chitarra), Ruggero Bonucci (basso) e Nicola Pitassio (batteria).

Città della Pieve, il 28 agosto, un altro evento in cartellone: “Flavio Boltro, Gabriele Mirabassi play Ciammarughi”. In apertura di serata spazio al progetto Mora, con Miriam Fornari (voce e pianoforte), Ruggero Fornari (chitarra), Joe Rehmer (basso), Evita Polidoro (batteria).

Moon in June è realizzato con il sostegno della Regione Umbria, dei “Fondi POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.2.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto Spettacoli dal Vivo” e di 6 Comuni del territorio lacustre (Tuoro, Castiglione del Lago, Passignano, Magione, Panicale, Città della Pieve).

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*