UmbriaEnsemble al Rondò di Tuoro e Concerti dell’Alba a Perugia [VIDEO]

Luca Ranieri, viola; M. Cecilia Berioli, violoncello; Michele Rossetti, pianoforte

UmbriaEnsemble al Rondò di Tuoro e Concerti dell'Alba a Perugia [VIDEO]
cecilia berioli

UmbriaEnsemble al Rondò di Tuoro e Concerti dell’Alba a Perugia C’è uno stile che immediatamente rimanda ad un’idea di solarità, fascino senza tempo, purezza artistica e benessere; è lo stile italiano, una cifra che attraversa i secoli con la peculiarità di essere perfettamente riconoscibile eppure inimitabile. L’arte, dalla letteratura alla pittura; dalla scultura alla musica, testimonia questa vocazione italiana attraverso i capolavori che attraversano geografie e storie conservando sempre la freschezza della loro intrinseca originalità. Campioni musicali di questo paradigma estetico, due compositori vissuti ad oltre un secolo di distanza l’uno dall’altro, eppure legati da una sensibilità intimamente affine che traspare dal confronto delle loro opere: Gioacchino Rossini (1792-1868) e Nino Rota (1911-1979).

La Dolce Vita” è il titolo del Concerto che il Festival “Isola del Libro Trasimeno” in collaborazione con il Comune di Tuoro sul Trasimeno presenta nel cartellone della sua quarta edizione Sabato 27 Agosto, in Piazzetta del Rondò a Tuoro, con inizio dalle ore 21 (l’ingresso è libero). In scena gli artisti di UmbriaEnsemble (Luca Ranieri, viola; M. Cecilia Berioli, violoncello; Michele Rossetti, pianoforte) che eseguiranno un programma di raro quanto piacevole ascolto.

Di Rossini verranno eseguiti i capolavori della prima parte della sua parabola creativa, le famosissime Ouverture d’opera, universalmente note per la genialità e la trascinante energia: “Il Barbiere di Siviglia”, “Semiramide” e “La gazza ladra” nelle interessanti versioni ottocentesche per Trio. Di Rota, poi, UmbriaEnsemble eseguirà il “Trio” composto nel 1973. Capolavoro della maturità del musicista noto soprattutto per la sua musica da film (che gli valse anche un premio Oscar), il Trio è l’espressione perfetta, nella sua simmetrica architettura, di una genialità visionaria capace di saldare tradizione ed originalità in un linguaggio romantico ed appassionato che inaspettatamente si muta in giocoso, lieve, ironico.

Un ponte di Musica salda la notte all’alba per una no-stop di arte e cultura; spenti i riflettori sul Trasimeno, UmbriaEnsemble si sposterà a Perugia per salutare la città ed il nuovo giorno con l’ultimo Concerto della rassegna “I Concerti dell’Alba”.

Un viaggio in Musica da Mannheim a Vienna, da Stamitz ad Hummel attraversando quel felice momento tra Classicismo e Romanticismo che ci ha consegnato intramontabili capolavori della Musica classica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*