Confcommercio Trasimeno: “Lady chef Giuseppina Mariotti è una risorsa per il nostro territorio”

 
Chiama o scrivi in redazione


Confcommercio Trasimeno: “Lady chef Giuseppina Mariotti è una risorsa per il nostro territorio”

Confcommercio Trasimeno: “Lady chef Giuseppina Mariotti è una risorsa per il nostro territorio”

In un momento così difficile per la ristorazione italiana, c’è qualcuno che vince sfide importanti. E’ Giuseppina Mariotti del Ristorante Il Casale di Paciano, che si è aggiudicata la finale regionale per la selezione di Lady Chef Umbria 2021 – ospitata nella nuova sede di Perugia di Università dei Sapori – organizzata da Unione Regionale Cuochi Umbria, con Sodalizio Lady Chef e Federazione Italiana Cuochi.

© Protetto da Copyright DMCA

“Vogliamo ancora congratularci con Giuseppina Mariotti per il bellissimo risultato che ha ottenuto”, commenta il direttivo di Confcommercio Trasimeno.

“A rendere questo risultato ancora più prezioso è la straordinaria pesantissima contingenza in cui si colloca, che mette a dura prova la nostra capacità di resistenza e l’entusiasmo con cui eravamo abituati ad affrontare le nostre giornate lavorative.

Nel suo lavoro ai fornelli Giuseppina, che propone nel suo ristorante i piatti caratteristici della tradizione locale, fa vivere ogni giorno anche i prodotti del nostro territorio. Per questo la sua vittoria, che premia passione e competenza straordinari, è una risorsa per tutti.

Giuseppina Mariotti porterà ora la cucina del Trasimeno e i suoi prodotti alla finale nazionale del contest, dove rappresenterà tutta l’Umbria. E tutta l’Umbria tiferà per lei.

La vittoria di Giuseppina è la dimostrazione che l’amore per la cucina dei nostri professionisti non è intaccato dalla tragedia della pandemia. Un amore che deve essere ascoltato e considerato. Siamo convinti che coniugare salute e lavoro sia possibile, e come Fipe Confcommercio abbiamo nuovamente rivolto l’appello a Draghi perché ci faccia lavorare”.

Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Fipe, la zona rossa a Pasqua provocherà infatti un danno da 350 milioni di euro, mentre lo stop di Pasquetta causerà un ulteriore danno da 230 milioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*