Carabinieri Arezzo, ancora due arresti e sei denunce in stato di libertà

Picchia i carabinieri di Castiglione del Lago, arrestato

Nel pomeriggio del 26 aprile scorso i Carabinieri della Stazione di Subbiano hanno tratto in arresto un 34enne del basso casentino per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti.
I militari dell’Arma, intervenuti presso un’abitazione perché era in corso una lite familiare, effettuavano una perquisizione d’iniziativa, a conclusione della quale rinvenivano e sequestravano sedici piante di marijuana dell’altezza di circa 60 centimetri e del peso complessivo di 3 chili, che venivano coltivate nella camera da letto adibita a serra, nonché oltre 230 grammi di stupefacente , tra marijuana e hascisc, in parte già suddiviso in dosi. Venivano inoltre sequestrati materiale per il confezionamento della droga e la somma di 550 euro in banconote di vario taglio.
L’arrestato è stato tradotto dai Carabinieri presso la casa circondariale di Arezzo.

I Carabinieri della Stazione di Chiusi della Verna hanno tratto in arresto un 49enne, straniero, residente in Casentino, nei cui confronti l’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Viterbo aveva emesso un ordine di sottoposizione alla detenzione domiciliare. L’uomo deve scontare 3 anni e 4 mesi di reclusione per detenzione e spaccio di stupefacenti, per fatti commessi nel 2013 in Rieti e Ponzano Romano (Roma).

I Carabinieri della Stazione di Bibbiena hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione un 39enne del Casentino.
A conclusione delle attività di indagine susseguenti a un furto commesso il 15 aprile scorso presso una abitazione in Bibbiena, da cui era stato asportato un portafogli, contenente anche la carta bancomat, i militari dell’Arma identificavano il 39enne, che il 14 aprile 2015 aveva effettuato un prelievo di 250 euro presso uno sportello bancomat in Castel Focognano.

I Carabinieri della Stazione di Cortona hanno denunciato in stato di libertà per truffa un 48enne, francese, residente in provincia di Udine.
A conclusione delle indagini i militari dell’Arma accertavano che l’uomo aveva pubblicato su un sito online un annuncio di vendita di un iphone 5s, riuscendo a farsi consegnare da un 42enne della Valdichiana, mediante bonifico sul proprio conto corrente, la somma di 320 euro, senza provvedere ad inviare l’oggetto acquistato.

I Carabinieri della Stazione di Camucia hanno denunciato in stato di libertà un minore degli anni 18 per evasione.
Il minore, che era sottoposto alla misura cautelare della permanenza in casa, disposta dal Tribunale per i Minorenni di Bologna, nel corso di un controllo effettuato nel pomeriggio del 24 aprile scorso dai militari dell’Arma, non veniva trovato presso la propria abitazione

I Carabinieri della Stazione di Levane, unitamente a quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro, nell’ambito di servizi disposti in coordinamento con la Direzione Provinciale del Lavoro di Arezzo, hanno effettuato dei controlli presso laboratori artigianali nel Valdarno, a conclusione dei quali venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria tre persone per infrazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Venivano inoltre complessivamente contestate sanzioni penali per un importo di oltre 10.000 euro e amministrative per 15.000 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*