Incidente stradale a San Feliciano, 📸[Foto] prima le coltellate, poi la fuga e lo schianto

i Vigili del Fuoco di Perugia sono intervenuti per gestire la situazione

Incidente stradale a San Feliciano, frontale al Lago, 4 persone coinvolte

Incidente stradale a San Feliciano, 📸[Foto] prima le coltellate, poi la fuga e lo schianto

Secondo le ricostruzioni, la compagna di uno dei presunti aggressori sarebbe l’ex moglie di una delle vittime. La donna, insieme al suo compagno e ad altri due connazionali, si sarebbe recata presso l’attività commerciale gestita dall’ex marito e dal suo fratello. Qui, il compagno di origine egiziana, al culmine di una lite presumibilmente scaturita da gelosia, avrebbe aggredito i fratelli proprietari del ristorante con l’aiuto dei suoi due connazionali, tutti armati di coltello. Due degli aggressori avrebbero quindi sferrato violente coltellate in diverse parti del corpo delle vittime, ferendole gravemente.

Durante la colluttazione, la sorella e la madre delle vittime sarebbero intervenute in difesa dei loro congiunti, rimanendo a loro volta ferite e riuscendo a disarmare il terzo aggressore. Sul posto sono rimasti i due fratelli con gravi ferite da arma bianca, la sorella e la madre.

In seguito, il gruppo di aggressori si sarebbe dato alla fuga a bordo di un’auto guidata dalla donna. Poco distante, avrebbero incrociato la vettura guidata dalla figlia diciottenne della donna (anche figlia di una delle vittime). I due veicoli sono rimasti coinvolti in un violento incidente stradale, la cui dinamica esatta è ancora in fase di ricostruzione. A seguito dell’incidente, la ragazza, la madre e uno dei presunti aggressori sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale di Perugia dai sanitari del 118, dove sono ricoverati per le gravi lesioni subite.

Grazie all’intervento tempestivo dei Carabinieri, è stato possibile ricostruire quanto accaduto e rintracciare i due presunti autori delle coltellate. Al termine degli accertamenti basati sulle testimonianze raccolte immediatamente, i due sono stati arrestati in quanto ritenuti responsabili di duplice tentato omicidio in concorso, come disposto dalla Procura della Repubblica di Perugia.

Durante la perquisizione dell’auto guidata dalla donna, in cui viaggiavano gli altri tre presunti aggressori, è stato trovato un coltello presumibilmente utilizzato per il duplice tentato omicidio. Sono in corso ulteriori indagini per determinare il ruolo della donna e del terzo straniero nell’aggressione.

I due arrestati, al termine delle formalità di rito, saranno tradotti presso il carcere di Perugia-Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Le due vittime, una delle quali in pericolo di vita, sono ricoverate in prognosi riservata. La comunità di Magione attende con ansia ulteriori sviluppi su questo drammatico episodio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*