Pieve, Concorso pianistico “Lia Tortora”, primo premio assoluto all’ucraina Yerhiieva

Viene dall’Ucraina la vincitrice del decimo Concorso pianistico internazionale “Lia Tortora”. La trentenne Kateryna Yerhiieva, che nella cerimonia di premiazioni si è magistralmente esibita interpretando il “Mephisto walzer” di Liszt e “L’uccello di fuoco” di Stravinsky-Agosti, ha fatto il pieno di voti, ottenendo dalla Commissione giudicatrice 100 punti su 100 nella categoria di appartenenza.

A lei è andato il premio più importante, consistente in una borsa di studio del valore di 700 euro. Il Concorso “Lia Tortora”, giunto al traguardo della decima edizione, si è concluso nel fine settimana a Città della Pieve, dopo tre giorni di audizioni all’interno del Teatro “Accademia degli Avvaloranti”.

Organizzato dall’omonima associazione, per non disperdere il patrimonio di insegnamenti lasciati dalla pianista Lia Tortora, nel corso degli anni ha visto partecipare oltre 200 aspiranti musicisti provenienti da tutta Italia e da molti paesi esteri (Germania, Svizzera, Austria, Spagna, Ucraina, Russia, Georgia, Messico, Corea del Sud e Giappone). E proprio dal paese del Sol Levante è giunto un altro talento premiato dalla giuria dell’edizione 2014, dietro alla Yerhiieva. Si tratta di Hikaru Kanki, ventunenne, che ha ricevuto dalla commissione un punteggio di 98/100.

Nella cerimonia di premiazione si è esibita nella “Toccata in sol maggiore” di Bach e nel “Preludio e fuga op.35” di Mendelssohn. Il terzo importante riconosimento del Concorso è andato invece ad un’austriaca, Irina Vaterl, ventitreenne di Graz, che al pubblico dell’Avvaloranti ha regalato le note di Prokofiev.

Tra i concorrenti più in erba, le cosiddette “Piccole note”, si è distinto il fiorentino Tommaso Mattei (di appena 9 anni), al quale è stato conferito un premio in denaro del valore di 300 euro. Il Diploma d’onore (destinato agli insegnanti che hanno avuto almeno due allievi classificati ai primi posti) è infine andato al maestro Andrea Frezzolini. La Commissione giudicatrice era composta dai maestri Vincenzo Maltempo (presidente), Gilda Buttà, Alvaro Lopes Ferreira e Paola Tortora.

Il Concorso “Lia Tortora” è ormai tra gli appuntamenti più prestigiosi del settore e trampolino di lancio per nuovi talenti musicali. Prevede la partecipazione di pianisti italiani e stranieri, senza limiti d’età ed è diviso in due sezioni (pianoforte solista e pianoforte a quattro mani) e 7 categorie in base alle fasce d’età. Si avvale del patrocinio del Comune di Città della Pieve, della Provincia di Perugia e della Regione Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*