Tragedia immane, tutti scioccati per la morte della piccola Priscilla, 5 anni

 
Chiama o scrivi in redazione


Tragedia immane, tutti scioccati per la morte della piccola Priscilla, 5 anni

Una tragedia immane quella accaduta ieri lungo la Sp172 tra Migiana e Capocavallo, in via Alcide De Gasperi, nel comune di Corciano. Una creatura di 5 anni (Priscilla B.) ha perso la vita in un incidente stradale. Uno scontro frontale terribile tra due auto, poco dopo le 18 di lunedì. A scontrarsi una Skoda scura con una Fiat Punto vecchio modello. In una viaggiava Giovanna, 46 anni parrucchiera di Capocavallo, insieme alla figlia Priscilla Brugnami, 5 anni. Nella la Skoda un 19enne insieme a una ragazza di 17 anni, entrambi perugini. Piangono tutti, anche un vigile del fuoco durante i soccorsi, che ha fatto di tutto per salvare la piccola.

La piccola – come detto – non ce l’ha fatta -. La sua mamma è stata portata al Santa Maria della Misericordia in condizioni gravi. I due giovani invece hanno riportato alcuni traumi ma le loro condizioni non sono preoccupanti.

LEGGI ANCHE: Incidente mortale nel comune di Corciano, muore una bimba di 5 anni 🔴 📸 FOTO E VIDEO

I sanitari arrivati immediatamente sul posto hanno cercato di rianimare la piccola ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto i vigili del fuoco con quattro mezzi, tre ambulanze e tre pattuglie della polizia locale di Corciano, coordinate dal comandante Marco Maccari. Sul posto è poi arrivato il medico legale, Sergio Scalise e il magistrato di turno Tullio Cicoria. Poco dopo l’incidente sono arrivati il padre della bambina, il fratello e la nonna. La strada è stata chiusa al traffico e delimitata con il nastro bianco e rosso dei vigili del fuoco, fino a tarda serata.

“Tutta la comunità di Corciano è scioccata, basita, distrutta”. Così Cristian Betti, Sindaco di Corciano, si unisce al dolore di un intero territorio per lo scontro frontale occorso lungo la Sp172 tra Montemalbe e Migiana che ha portato alla morte di una bambina di 5 anni ed al ferimento della sua mamma, che viaggiava con lei. Betti, recatosi sul luogo della tragedia, ha proseguito “a nome di tutta la comunità e mio personale, esprimo l’abbraccio più grande, una preghiera ed un bacio a questo angioletto che è volato in cielo”.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*