Tsa, Raccolta differenziata, due nuovi progetti di promozione

Questa mattina la TSA (Trasimeno Servizi Ambientali s.p.a.) ha presentato, presso la sede di Magione, due nuovi progetti di promozione alla raccolta differenziata destinate alle scuole primarie e secondarie dei Comuni di Castiglione del Lago, Città della Pieve, Corciano, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro e Tuoro sul Trasimeno per l’anno scolastico 2014/2015, che si aggiungono alle ormai consuete attività didattiche.

I progetti, denominati “Fate i Secchioni!” e “Raccogli i RAEE e vinci con la Ricimobile”, sono stati illustrati dal Presidente TSA Roberto Lombrici e dal Direttore TSA Luciano Sisani alla presenza dei dirigenti e dei presidi delle scuole dei Comuni interessati.

«Una delle nostre missioni – ha dichiarato il Presidente Lombrici – è proprio quella di educare il cittadino a rispettare l’ambiente e quindi il rapporto con le scuole diventa necessario e insostituibile, proprio per il fatto che la scuola, attraverso gli studenti, può contribuire a cambiari le abitudini delle famiglie e formare una diversa mentalità nei consumatori di oggi e di domani». «TSA crede molto in queste iniziative – ha sottolineato il Direttore Sisani – e ha stanziato 5.000 euro per le scuole che parteciperanno, premiando più l’impegno che le classifiche.

Il secondo progetto, quello sui RAEE, è molto importante perché affronta un settore ancora non ben conosciuto e che riguarda un’economia dalle grandi potenzialità, anche occupazionali per il nostro territorio. L’obiettivo è quello di “far svuotare i cassetti” da tutte quelle piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche che crescono nelle nostre case in maniera esponenziale e che vedono proprio i nostri figli tra i principali consumatori».

Il progetto “Fate i Secchioni!” ha l’intento di sensibilizzare in modo divertente e creativo gli alunni al rispetto dell’ambiente, puntando l’attenzione sulla qualità dei materiali raccolti e mettendo a disposizione delle scuole elementi strutturali in grado di favorire una corretta differenziazione dei rifiuti. Ad ogni classe partecipante verranno consegnati due contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti (plastica e carta) da personalizzare, liberando l’artista che è in ogni studente.

Il progetto è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado: in sede di valutazione e premiazione finale gli elaborati verranno distinti per ordine e grado scolastico, dalla scuola dell’infanzia fino alle secondarie di secondo grado, premiando soprattutto la creatività. Verrà consegnato anche un vademecum con tutti i particolari sulla corretta differenziazione e tante curiosità sui processi produttivi di riciclo dei materiali.

Con “Raccogli i RAEE e vinci con la Ricimobile” TSA si propone di sensibilizzare alunni, docenti e genitori ad una corretta gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE). Ciascun italiano produce in media 14,7 kg di RAEE all’anno: di questi solo 4 kg viene correttamente avviato a recupero, dato che può essere sicuramente migliorato attraverso una maggiore conoscenza su raccolta e riciclo di questa particolare tipologia di rifiuto.

Bisogna ricordare che i RAEE rappresentano una preziosa fonte di metalli nobili (rame e alluminio), metalli preziosi (oro, argento e platino) e di materie prime rare come le terre rare: le terre rare contenute nei cellulari, nei tablet, nei computer, nei telecomandi e in tanti piccoli oggetti di uso comune, hanno costi elevati con incrementi di prezzo anche di 10 volte negli ultimi anni e non sono reperibili in Europa: assumono quindi un ruolo strategico nella nostra economia industriale.

TSA, attraverso il progetto LIFE+EMaRES, ha ideato una gara di raccolta dei piccoli RAEE nelle scuole attraverso la Ricimobile, una piccola “ricicleria mobile” itinerante che visiterà i plessi scolastici.

Alle scuole partecipanti verranno consegnati dei contenitori per la raccolta e, al termine del periodo di gara, verranno premiate le scuole più virtuose, calcolando il maggior quantitativo procapite di RAEE e questo per non danneggiare nella classifica le scuole più piccole.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*