Console della Mongolia in visita a Magione

 
Chiama o scrivi in redazione


Si fanno più stretti i rapporti che, in nome di frà Giovanni da Pian di Carpine, legano Magione con la Mongolia con l’incontro avvenuto lo scorso 24 febbraio tra l’ambasciatore mongolo in Italia, Shijekhuu Odonbaatar e il sindaco Giacomo Chiodini, alla presenza delle autorità amministrative del Comune tra cui il presidente del consiglio Comunale, Vanni Ruggeri; delle associazioni che da anni seguono i rapporti tra i due paesi: Comitato Giovanni da Pian di Carpine, Pro Magione, associazioni Mongolia Italia di Ulaan Bator e Soyombo di Milano e la cittadinanza. A fare da sfondo all’incontro il grande dipinto di Gerardo Dottori che ricorda uno dei momenti più salienti della vita del frate francescano a cui Magione ha dato i natali: l’incontro con il Gran Khan dei mongoli per la consegna della missiva di pace inviata dal Papa Innocenzo IV nel 1245.

© Protetto da Copyright DMCA

Un evento di grande importanza storica per la comunità magionese, come ha ricordato il sindaco Giacomo Chiodini che Magione ha sempre valorizzato attraverso mostre, convegni, scambi culturali tra studenti e, in ultimo, l’invio di una lettera all’amministrazione della città di Karakorin per l’avvio di attività comuni.

Nel suo intervento l’ambasciatore oltre a sottolineare il valore dell’aspetto culturale che lega Magione alla Mongolia, facendosi garante dei rapporti con la città di Karakorin, ha ricordato che la Mongolia sta vivendo un momento di grande espansione economica.

«È importane ampliare i rapporti tra i due paesi anche in altre direzioni: quelle economica, finanziaria – ha dichiarato Shijekhuu Odonbaatar. – Circa cinquanta società italo-mongole sono state aperte in questi ultimi anni e l’economia mongola sia sta sviluppando molto velocemente anche grazie alle ricchezze del sottosuolo: oro, rame, carbone.»

«Il prossimo 17 marzo – ha fatto sapere l’ambasciatore – si terrà un incontro tra il governo mongolo e quello italiano in cui si parlerà di scambi tra i due paesi nei vari settori cui potrebbero essere presentati anche progetti proposti da realtà culturali ed economiche magionesi. Come ambasciata siamo a disposizione per rispondere a tutte le richieste che possano riguardare interessi economici anche da parte di aziende del territorio magionese rivolte al nostro paese proseguendo nella valorizzazione di quanto è già stato realizzato nel campo culturale e dell’istruzione favorendo l’ulteriore scambio anche nel mondo dell’università. Nel pomeriggio il console ha visitato il paese e, in serata, ha partecipato alla tradizionale cena mongola dello “Tsagaan Sar”, a cui hanno partecipato più di centocinquanta persone con la presenza, tra gli altri, del sindaco, Giacomo Chiodini, dell’assessore regionale Fabrizio Bracco; di alcuni studenti mongoli dell’Università per gli stranieri di Perugia e il Rettore della stessa Università Giovanni Paciullo; il direttore dell’Adisu, Maurizio Oliviero; Simone Bietolini, presidente Pro Loco Magione; Umberto Mannocchi, presidente associazione Frà Giovanni da Pian di Carpine rappresentanti dell’azienda Cucinelli.

[divider style=”solid” top=”5″ bottom=”5″]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*