Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia finanziamenti per l’Istituto comprensivo Panicale–Piegaro–Paciano

 In arrivo nuovi progetti per l’integrazione e l’uso consapevole delle tecnologie per le scuole

fondazione cassa di risparmio-2
fondazione cassa di risparmio-2

Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia finanziamenti per l’Istituto comprensivo Panicale–Piegaro–Paciano – Implementazione della lingua italiana tra i non italofoni e uso consapevole delle nuove tecnologie da parte delle famiglie. Puntano sostanzialmente a questi obiettivi i due progetti, finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, a favore dell’Istituto Comprensivo Panicale–Piegaro–Paciano.

Una serie di iniziative, finanziate attraverso il Bando educazione, istruzione, formazione 2018, rivolte a studenti e genitori della scuola primaria e secondaria di primo grado della Vallata.

In particolare, con il progetto “MediTazione linguistica: imparare l’italiano insieme”, si promuove nella scuola primaria un’implementazione della lingua italiana in quanto non lingua madre, per tutti gli studenti non italofoni al fine di promuovere la convivenza e l’integrazione basata su scambi comunicativi e relazioni positive.

Per la scuola secondaria di primo grado, l’Istituto, con la collaborazione di WebGenitori e dei tre Comuni del comprensorio, e con il patrocinio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Umbria, propone invece il progetto “Partiamo dagli Adulti: Genitori 2.0”: progetti di formazione ed accompagnamento dei genitori e degli insegnanti per il rispetto e l’utilizzo delle nuove tecnologie per la comunicazione.

A tal proposito è stato stilato un calendario di tre incontri per sensibilizzare le famiglie alle problematiche legate alla relazionalità in rete, ai rischi dei social network e per promuovere un uso consapevole e sano delle nuove tecnologie. Temi di grande attualità che la scuola, in quanto istituzione educativa, non può esimersi dal trattare.

Si parte lunedì 11 febbraio alle ore 17,30 presso la Scuola secondaria di Piegaro. Si prosegue poi il 18 febbraio a Palazzo Baldeschi di Paciano e il 25 febbraio alla Scuola secondaria di Tavernelle.

Seguiranno, nel mese di marzo, incontri con gli alunni delle classi seconde volti a favorire l’utilizzo di applicazioni digitali integrate nella didattica, basate sulla realtà aumentata. Con questo progetto si vuole infatti raggiungere il duplice obiettivo di  informare sui rischi, ma anche promuovere l’utilizzo “sano” delle nuove tecnologie, strumento ormai ritenuto fondamentale come integrazione della didattica tradizionale.

“Queste preziose azioni che provengono dal territorio – commenta la dirigente scolastica Giovanna Filomeni – sono in sintonia con quanto stiamo già conducendo e vanno ad ampliare e arricchire i nostri progetti in atto in un quadro di collaborazioni e scambi europei, tesi a far conoscere il mondo meraviglioso del web e le sue tante opportunità”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
8 × 20 =