Panicale, doni al Centro diurno dalla “Motobefana”

 
Chiama o scrivi in redazione


Panicale, doni al Centro diurno dalla “Motobefana”

Panicale, doni al Centro diurno dalla “Motobefana”

– Da oltre 20 anni sfidano il meteo all’insegna della tradizione e della solidarietà. Anche ieri, domenica 6 gennaio tanti amanti delle due ruote hanno aderito alla “Motobefana Uisp”, che partita da Perugia è arrivata in Piazza Umberti I a Panicale. Ad accoglierla gli ospiti con le famiglie ed operatori del Centro Diurno Socio-Riabilitativo-Educativo Piscino della USL Umbria1.

© Protetto da Copyright DMCA

Grazie all’interessamento della Dottoressa Maria Angela Belfico (responsabile del Servizio Sociale del Distretto del Trasimeno USL Umbria1) e alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale di Panicale, la rumorosa e festante carovana ha consegnato numerosi doni agli ospiti della struttura di Piscino: un PC e attrezzature da lavoro per il laboratorio di falegnameria.

Lo spirito che guida UISP – Unione Italiana Sport Per Tutti – è promuovere la partecipazione attiva dei cittadini in forme di aggregazione e condivisione per coniugare sport e solidarietà tramite percorsi di inclusione come occasione di crescita e coesione sociale.

Il gruppo di Protezione Civile Moto S.O.S., promotore dell’evento insieme al Comitato UISP Perugia Trasimeno con il Motor’s Club Panicale, società di riferimento sul territorio delle politiche sportive e sociali UISP, ha coinvolto a vario titolo numerosi soggetti: il Comune di Perugia che ha ospitato la partenza dalla prestigiosa Piazza IV Novembre, il Comune di Corciano e il parco commerciale Quasar per il riordino, il Comune di Panicale per l’accoglienza dell’arrivo in Piazza Umberto I con il ristoro organizzato dalla Pro Loco e gli agenti della Polstrada e delle Polizie Municipali per la scorta.

Ma i protagonisti assoluti sono stati i motociclisti che dal 1998, sfidando il meteo, aderiscono con entusiasmo all’iniziativa che nel tempo ha interessato numerose comunità del territorio, per ritrovarsi insieme in una giornata all’insegna della solidarietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*