Presentata a Perugia la XVII edizione del Festival di Musica Classica di Castiglione del Lago

 
Chiama o scrivi in redazione


Presentata a Perugia la XVII edizione del Festival di Musica Classica

Presentata a Perugia la XVII edizione del Festival di Musica Classica di Castiglione del Lago

Un festival di musica classica che batte ogni record. Giunto alla diciassettesima edizione, dal 16 agosto al 18 settembre saranno addirittura 13 i concerti proposti al pubblico castiglionese. Dopo la stagione 2020, difficile per le pesanti limitazioni dovute alla pandemia, la rassegna ideata e organizzata dalla marchesa Marzia Crispolti Zacchia, torna a brillare nella sua tradizionale sede della Sala del Teatro di Palazzo della Corgna per 12 serate e poi con il classico concerto a Villa Nazarena di Pozzuolo del 31 agosto, quando suoneranno gli Steel Wind Chamber Saxophone Quartet.

Questa mattina presentazione ufficiale della rassegna nella Sala Pagliacci della Provincia di Perugia alla presenza del Sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico, della Direttrice Artistica Marzia Crispolti Zacchia, della Presidente della Commissione Cultura del Comune di Castiglione del Lago Gloria Persici e di alcuni degli artisti protagonisti del ricco cartellone musicale: Mauro CornaMonica ColonnaClaudio RocchiAlessandro BistarelliMatteo Gobbini e Myung-Jae Kho.

«Un festival in crescita che porta cultura di alto livello a Castiglione del Lago – ha dichiarato il sindaco Matteo Burico –. Questo è uno dei settori che ha maggiormente sofferto e subito la pandemia: quella cultura che è un vero e proprio “cibo” per Castiglione del Lago, che affonda le sue radici nel nostro passato ma ci aiuta a preparare un futuro migliore per i nostri figli.Il Festival di Musica Classica favorisce la nostra crescita sociale ed economica, in una cittadina che è sempre più riferimento per un vasto territorio in Umbria e nella vicina Toscana. Quest’anno un programma vasto e di grande spessore, impreziosito dalla significativa e tradizionale uscita fuori da Palazzo della Corgna, nella splendida cornice di Villa Nazarena a Pozzuolo Umbro, in questa residenza che svolge un’azione sociale estremamente importante. Castiglione, con il Festival di Musica Classica e con tutti gli eventi di questa estate 2021, si propone sempre più come un catalizzatore di musica, arte, letteratura, cinema, teatro e cultura di qualità: gli eventi stanno andando tutti molto bene e per il futuro insisteremo sempre più, investendo in manifestazioni che mantengano continuità e non siano “a spot”. Vogliamo alzare l’asticella, innalzare il livello qualitativo, anche per una questione di marketing territoriale. Ringrazio molto Marzia Crispolti Zacchia per la grande passione e la competenza. Marzia ci è stata molto vicina durante la pandemia, anche dalla Svizzera, dimostrando sempre l’amore che ha verso la sua terra d’origine».

«Sono passati tanti anni dal 2004 ma – prosegue Marzia Crispolti Zacchia – grazie all’accoglienza e alla collaborazione dei sindaci e degli assessori alla cultura che si sono succeduti, la manifestazione è sempre cresciuta e oggi siamo molto conosciuti e abbiamo il costante interesse dei media. Diversi turisti stranieri tra cui belgi e inglesi hanno scelto di ritornare a Castiglione del Lago grazie a questo festival: ogni anno ne ho direttamente la loro conferma alla fine della manifestazione. Matteo Burico è un sindaco coraggioso, dinamico e pieno di talento: lo ringrazio per la fiducia che continua ad accordarmi. Lunga vita al Festival di Musica Classica!».

Gloria Persici ha poi messo in evidenza che l’Amministrazione comunale castiglionese crede nella cultura e ci crede proprio come “motore di ripartenza” per il territorio, creando un beneficio di conoscenza e di sapere e, sicuramente non secondario, anche un importante indotto economico.

Marzia Crispolti Zacchia ha poi spiegato le sue scelte che hanno portato ad allestire il bel programma 2021. «Esattamente a settecento anni dalla morte del sommo poeta, il maestro Stefano Ragni, docente al Conservatorio di Perugia e pianista-intrattenitore sempre brillantissimo, proporrà il 16 settembre “Dante e le Stelle” un concerto-conferenza con l’astrofisico Sperello di Serego Alighieri (discendente diretto di Dante Alighieri) introdotto, diretto e musicato dallo stesso professor Ragni».

Crispolti Zacchia ha elencato in breve i concerti. «Si inizia il 16 agosto sempre con un concerto dell’istrionico Ragni, mentre mercoledì 18 si esibirà il Quartetto Ascanio con il pianista Matteo Gobbini, cinque splendidi “prodotti” della Scuola di Musica del Trasimeno; il 23 agosto il concerto dei violoncellisti Francesco Bartoletti e Giacomo Grandi e il giorno dopo il pianista Alberto Nones, che torna solista eseguendo brani di Frédéric Chopin. Giovedì 26 ci sarà il ritorno a Castiglione del pianista tifernate Alessandro Bistarelli, uno dei massimi esecutori mondiali del compositore russo Aleksandr Nikolaevič Skrjabin. Il 28 il fisarmonicista russo Denis Fedorov proporrà un concerto con una grande fisarmonica a pedale, mentre il 30 agosto è la volta del bravissimo pianista romano Sebastiano Brusco che ha riportato Mozart alle sue origini, ricercando le accordature originali dei pianoforti che usava il genio di Salisburgo.

Dopo l’intermezzo, ad ingresso gratuito, del 31 agosto a Villa Nazarena di Pozzuolo Umbro con gli “Steel Wind Chamber Saxophone Quartet” si torna definitivamente a Palazzo della Corgna con gli ultimi 5 concerti. Il primo settembre per la prima volta a Castiglione il pianista bolognese Luigi Caselli con un programma interamente dedicato a Johann Sebastian Bach, mentre il 6 un concerto lirico della “coreana di Castiglione” di Myung Jae Kho accompagnata al pianoforte da Linda Di Carlo. Domenica 12 settembre il ritorno delle quotatissime sorelle Natascia (pianoforte) e Raffaella Gazzana (violino). Il 16 la serata dedicata a Dante Alighieri e conclusione sabato 18 con un concerto lirico di Monica Colonna (soprano), Claudio Rocchi (tenore) e Mauro Corna (basso) accompagnati al piano dal maestro Marco Ferruzzi».

Tutti i concerti inizieranno alle 21:15. L’ingresso riservato ai soli possessori di “green pass” accompagnato da un documento d’identità. Info prevendita e prenotazione (molto consigliata) allo 075 951099 oppure al 338 8669714. La Sala del Teatro di Palazzo della Corgna, per ottemperare alle normative vigenti, avrà una capienza massima di 40 posti.

Il biglietto costa 5 euro; abbonamento a 6 concerti 24 euro e abbonamento a tutti e 12 i concerti (quello di Villa Nazarena è gratuito) a 45 euro.


Festival di Musica Classica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*