Confcommercio Trasimeno: Un appello per un futuro sostenibile e prospero

Le proposte di Confcommercio Trasimeno per le elezioni locali: un equilibrio tra sviluppo economico e tutela ambientale

Confcommercio Trasimeno: appello futuro sostenibile e prospero

Confcommercio Trasimeno: Un appello per un futuro sostenibile e prospero

Confcommercio Trasimeno, l’organizzazione che rappresenta la maggior parte delle imprese del terziario nella regione, ha presentato un documento dettagliato ai candidati sindaco dei sette Comuni del comprensorio in vista delle prossime elezioni. Il documento contiene idee, richieste e proposte per il futuro del territorio.

Mirko Salvi, presidente di Confcommercio Trasimeno, sottolinea l’importanza del riconoscimento del ruolo sociale ed economico del settore terziario da parte dei Comuni. Secondo Salvi, è fondamentale che le politiche locali siano in grado di bilanciare la protezione dell’ambiente con lo sviluppo economico, creando un ambiente favorevole per le imprese e migliorando la qualità della vita per tutti i cittadini.

Confcommercio Trasimeno ha espresso la sua visione sulle strategie di sviluppo sostenibile, sull’utilizzo delle risorse finanziarie e del patrimonio pubblico, sulle priorità degli investimenti, sulla distribuzione dei nuovi fondi comunitari di sostegno alle imprese e sull’efficienza e l’efficacia della gestione pubblica dei servizi. L’organizzazione sostiene l’importanza di un vero sistema di concertazione o, meglio, di co-progettazione pubblico-privato.

Salvi ha sottolineato l’importanza della concertazione tra le istituzioni pubbliche e le associazioni di rappresentanza delle imprese per definire politiche efficaci e condivise. Ha proposto un Patto di Consultazione interassociativo per affrontare le sfide del territorio in modo coordinato e strategico.

Confcommercio Trasimeno sostiene con convinzione l’innovazione urbana e lo sviluppo delle Smart Cities. L’organizzazione vuole che le città siano “fabbriche di servizi”, dove la qualità della vita dei residenti e l’esperienza dei turisti siano costantemente migliorate attraverso l’uso intelligente delle tecnologie.

Le richieste di Confcommercio Trasimeno alle nuove amministrazioni comunali includono interventi mirati alla rivitalizzazione dei centri storici e delle periferie, al sostegno del commercio di vicinato e alla promozione del turismo. Salvi sottolinea l’importanza che i Comuni riconoscano il ruolo sociale ed economico del terziario istituendo un Assessorato dedicato, che possa coordinare risorse e strategie specifiche per il commercio, il turismo e i servizi.

La sostenibilità ambientale è un altro pilastro delle proposte di Confcommercio Trasimeno. Le amministrazioni devono impegnarsi in politiche che coniughino la tutela dell’ambiente con lo sviluppo economico, creando un contesto favorevole per le imprese e migliorando la qualità della vita per tutti i cittadini.

Confcommercio dell’Umbria, attraverso Confcommercio Trasimeno, sta promuovendo sul territorio il progetto confederale Imprendigreen, uno strumento di diagnosi e certificazione costruito insieme alla Scuola Superiore S. Anna di Pisa. Questo strumento potrebbe essere veicolato alle imprese e accompagnato da politiche di facilitazione da costruire insieme.

In conclusione, Confcommercio Trasimeno è pronta a collaborare con le nuove amministrazioni per costruire un futuro prospero e sostenibile per il territorio. L’organizzazione ha chiesto a tutti i candidati sindaco dei Comuni di Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Piegaro e Tuoro di impegnarsi in un dialogo aperto e costruttivo per il bene delle comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*