Colletta alimentare 2022 zona Trasimeno. Raccolti circa 50 quintali di merce

Impegnati oltre 100 volontari tra cui molti bambini e ragazzi. 12 i supermercati che hanno aderito all’iniziativa

Colletta_alimentare_2022

Colletta alimentare 2022 zona Trasimeno. Raccolti circa 50 quintali di merce

Numeri importanti quelli della Colletta alimentare organizzata dalla Fondazione Banco alimentare e coordinato, nella nostra zona, da Emanuele Rubeca, che ha visto coinvolti privati cittadini e associazioni dei comuni di Magione, Tuoro e Passignano sul Trasimeno e la frazione di Mantignana nel comune di Corciano.

Dodici i supermercati che hanno aderito all’iniziativa, oltre cento i volontari impegnati, tra cui molti bambini e ragazzi, nei diversi punti di raccolta. 4.700 kg raccolti (47 quintali) di merce. Circa 800 kg in più rispetto al 2021, 500 gli scatoloni realizzati, con un’ottima raccolta di prodotti per l’infanzia che garantiranno la spesa per almeno una settimana a circa 200 famiglie.

Tra le associazioni coinvolte la Misericordia e la Caritas di Magione, la Caritas di Tuoro e Passignano, gli Scout di Passignano, i ragazzi della Comunità Famiglia Nuova di Montebuono, il Rugby Perugia, la Parrocchia e la Proloco di Casenuove, l’Ordine dei Cavalieri di Malta, alcune classi delle elementari, i ragazzi e le ragazze del catechismo con le catechiste e don Engjell Pitaqi, tante famiglie. Fondamentali le aziende che hanno fornito: 2 automezzi e gasolio, un magazzino, gli adesivi per gli automezzi, penne e pennarelli.

“Una giornata che ha visto superate le nostre migliori aspettative sia in termini di volontari che di quantitativi di merce raccolta – spiega Emanuele Rubeca. – Purtroppo i numeri a livello nazionale ci dicono di una situazione di povertà in crescita, un milione e 750mila poveri, 85mila più dell’anno scorso e queste attività diventano un supporto sempre più importante anche se non risolutivo. Vorrei però sottolineare anche un altro aspetto, quello espresso così bene da Maurizio Vitali nell’articolo “Colletta alimentare: persone più che tonnellate” perché è stata una giornata in cui si è lavorato veramente tanto ma con quella contezza nel cuore che viene dal fare un gesto in comune, in cui ogni persona si sente sorretta e sostenuta. Questa iniziativa è proposta, e vissuta, non come una prestazione da cedere, ma, innanzitutto, come un bene per sé da acquisire.” “Soprattutto – conclude – è stato bello vedere tanti bambini e bambine entusiasti di potersi impegnare per il bene comune. Ringraziamo le aziende che ci hanno fornito supporto materiale come la Cancelloni food service per lo stoccaggio della merce, Innovazione per i mezzi, Pubblicars per gli adesivi Banco alimentare, Roberto Cesarini per il materiale di cartoleria. Un ringraziamento speciale alle tante persone che hanno donato parte della loro spesa fidandosi dei nostri volontari.”

1 Commento

  1. E buonasera io ho partecipato alla Colletta Sono la signora cappelletti Valentina una signora invalida civile 75% che non c’è al lavoro e lo sto cercando anche mi è piaciuto tanto a partecipare alla Colletta di Emanuele rubeca Io sono quella con la con la maglia rossa della Grifo di fianco a Emanuele rubeca tanto mi sono anche divertita È stato un bel primo esperienza e prego che sia lo faccia anche la prossima volta mi piacerebbe di trovare lavoro anche come così e un passatempo un divertimento e poi fra il dovere ai poveri bisognosi che oggigiorno ci hanno bisogno se ci aiutammo adesso dopo non ci aiutava mai C’è tanta gente che soffrono di fame quelli della guerra l’ucraini i bambini gli animali lacca fa anche la colletta per gli animali che c’hanno quegli animali che le persone non ce la fanno arrivare a fine anno il mese e purtroppo devono comprare il cibo per gli animali e quelli che soffrono nel canile anche da che fa l’opera bene anche per loro Questi Io penso la gente che c’hanno gli animali e ci comprano i vestitino questa roba Non ci hanno bisogno la colletta quelli che sono veramente poveri e ci hanno non ci hanno dato per loro da mangiare e allora sì perché gli animali le medicine costano il veterinario costa tanto io ho visto sul mio quest’estate mi ha aiutato la grazie alla Gori guarda tantissimo Io ho pagato soltanto le mie €50 e basta la Graziella ma ha partecipato a pagare le medicine da visita tutto per il cane Orazio Io la devo ringraziare la Z aiutammo anche per loro gli animaletti ci hanno bisogno veramente il governo deve mettere in testa da aiutare anche gli animali perché il Dio ha creato anche loro ci hanno bisogno di mangiare Grazie arrivederci

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*