Salvata in extremis dai vigili del fuoco, rischiava di morire intossicata da monossido

I caschi rossi hanno aperto la porta e una volta all’interno hanno trovato tre bracieri accesi

Salvata in extremis dai vigili del fuoco, rischiava di morire intossicata da monossido

Salvata in extremis dai vigili del fuoco, rischiava di morire intossicata da monossido

MAGIONE – Un minuto in più poteva essere fatale per una donna di Vallupina, località nel comune di Magione. I vigili del fuoco del comando provinciale di Madonna Alta a Perugia sono stati allertati dal figlio della signora. Erano le 19, l’uomo non riusciva a mettersi in contatto con la madre. Preoccupato e insospettito anche da un cattivo odore ha allertato i soccorsi. Sul posto oltre al personale dei Vigili del Fuoco, sono arrivati anche i Carabinieri e i sanitari del 118.

I caschi rossi hanno aperto la porta e una volta all’interno hanno trovato tre bracieri accesi, sospettando immediatamente la presenza di monossido di carbonio. La signora è stata salvata dai vigili del fuoco che hanno provveduto immediatamente a somministrare ossigeno ed affidarla alle cure del 118. Durante la bonifica degli ambienti lo strumento di rilevazione, confermava la presenza del gas tossico!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*