Paciano, scuole, al via i progetti con la Banca della memoria del Trasimeno

Bardelli e Marchesini: “Marcia bene l’intesa tra Amministrazioni e Istituto comprensivo. L’ingresso di Piegaro rafforzerà l’offerta”

Paciano, scuole, al via i progetti con la Banca della memoria del Trasimeno

Paciano, scuole, al via i progetti con la Banca della memoria del Trasimeno Pronti a partire i progetti di collaborazione tra l’Istituto Comprensivo Paciano Panicale e Tavernelle e TrasiMemo (la Banca della memoria del Trasimeno che ha sede a Paciano). Come già accaduto in passato, il POF del locale Istituto Comprensivo accoglie una collaborazione con la Banca della Memoria e il Centro “Terzo Millennio”. A partire dalla prossima settimana esperte libraie, artigiane, ambientaliste e demoetnoantropologhe e “militanti dei patrimoni culturali” in lingua italiana e inglese affiancheranno le scuole, accompagnandole fino alla fine dell’anno.

Il primo progetto che sarà avviato è “TrasiMemo, infanzia in biblioteca”, un percorso di promozione della lettura, in collaborazione con Books and Coffee di Castiglione del Lago, che questo anno sarà dedicato alla conoscenza del sé attraverso le emozioni e la ricchezza della diversità culturale. Il laboratorio di lettura si svolgerà con letture a voce alta secondo le indicazioni Nati per Leggere. La lettura sarà rafforzata da laboratori di manipolazione volti a fissare la riflessione sugli argomenti trattati. Sono messi a disposizione gli spazi, i mezzi di Palazzo Baldeschi e le competenze dei volontari di TrasiMemo.

Full Immersion nell’inglese poi con il progetto di collaborazione con la comunità anglofona che vive a Paciano e che presta il proprio tempo libero per rafforzare la conoscenza della lingua straniera tra i ragazzi delle Scuole secondarie di primo grado di Paciano.

Del resto, il potenziamento dell’inglese è fortemente voluto dallo stesso Istituto comprensivo con tanti progetti portati avanti con la scuola English Studio sia di formazione per i docenti che per i ragazzi. A fine febbraio partirà invece “Primaria al Museo” con la Scuola elementare di Panicale, progetto dedicato al paesaggio. “Le scuole sono sempre più presenti sul territorio – commenta il sindaco di Paciano Riccardo Bardelli – e l’ultima unificazione, quella con Piegaro, rafforzerà ulteriormente l’offerta e la stabilità di questo Istituto Comprensivo che manterrà le proprie peculiarità di diffusione sul territorio (con i plessi di Paciano per la secondaria di primo grado e l’infanzia e i plessi di Panicale per la primaria di primo grado e Infanzia”.

“A 3 anni dall’unificazione fra Paciano e Panicale – aggiunge l’assessore comunale Cinzia Marchesini – marcia bene l’intesa fra Amministrazioni e Istituto Scolastico, rispondendo alle esigenze sempre nuove dei genitori su orari e nuovi programmi”. E’ dello scorso anno infatti la nuova proposta di orario per la Scuola primaria di Panicale che viaggia su 30 ore (con 2 pomeriggi e il sabato opzionale), con laboratori gratuiti dedicati ad arte e matematica e lingua inglese. Mentre è organizzato sulle 36 ore l’orario della secondaria di Paciano: dal lunedì al venerdì, 5 giorni con sabato libero e due rientri pomeridiani e numerosi progetti.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*