Alta Velocità Media Etruria, fermata di Ponticelli-Città della Pieve, strategica

 
Chiama o scrivi in redazione


I sindaci Scricciolo e Terzino: rivalutare la fermata di Ponticelli-Città della Pieve, unica reale possibilità per l’Umbria Il sindaco di Città della Pieve Fausto Scricciolo insieme al sindaco del Comune di Fabro Maurizio Terzino, individuano la stazione ferroviaria di Ponticelli – Città della Pieve come sito logistico per la fermata dell’alta velocità Media Etruria in Umbria. Ponticelli punto di confine tra Umbria e Toscana è anche l’unico sito dove la linea lenta e direttissima corrono parallele, le infrastrutture sono già esistenti e sarebbero quasi pronte per la messa in opera del possibile progetto. Già Manganello, sindaco uscente del Comune di Città della Pieve, aveva creduto in questa scelta sperando nella lungimiranza delle Istituzioni. Ponticelli, punto strategico tra la Regione Umbria e Toscana, sarebbe l’unica fermata dell’alta velocità in Umbria, tutte le altre Regioni già ne hanno una. Inoltre in questa stazione una fermata era già esistente e funzionante quindi il costo per la sua rimessa in funzione sarebbe basso.

© Protetto da Copyright DMCA

I punti di forza di questa scelta sono molteplici: la frazione di Ponticelli fungerebbe da collegamento sia per il Comune di Fabro che per il Comune di Chiusi con le maggiori città italiane, anche Perugia, raggiungibile dalla Pievaiola in soli 40 minuti, ne trarrebbe beneficio. La stazione di Ponticelli – Città della Pieve è inoltre a pochi Km dai caselli autostradali di Fabro e Chiusi – Chianciano terme, i sindaci Scricciolo e Terzino ritengono pertanto che venga rivalutata attentamente l’individuazione del punto di fermata dell’Alta Velocità, proprio per le potenzialità espresse da quest’area.

I due sindaci, in accordo, auspicano il coinvolgimento del vicino Comune di Chiusi che rappresenta lo scalo più importante tra Roma e Firenze, il quale non deve perdere la sua autonomia conquistata negli anni. I sindaci Scricciolo e Terzino auspicano una rivalutazione di quest’area, un’apertura verso questa possibilità che darebbe grande slancio economico e turistico a tutto il bacino Umbro, della Bassa Toscana e Alto Lazio. Una scelta logica, utile e poco dispendiosa, questa la nuova fermata ferroviaria di Ponticelli – Città della Pieve

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*