Festa Confraternita di S.Domenico a Castiglione del Lago

Festa di San Domenico
San Domenico

Come ogni anno, sono tante le iniziative della Confraternita di S.Domenico a Castiglione del Lago, in occasione della Festa di S.Domenico che sarà il giorno 08 Agosto 2014.
Queste le iniziative, da Mercoledì 6 Agosto, con lo Spettacolo dentro la Chiesa di S.Domenico, al corteo Storico che si snoderà sulle vie del Centro Storico giovedì 7 Agosto, con 80 figuranti in costume d’epoca e gli incappucciati, con conclusione con spettacolo sulla Piazzetta di San Domenico, la Santa Messa di venerdì 8 Agosto ed a conclusione la Caratteristica cena in Piazzetta di S.Domenico, lunedì 11 Agosto, caratteristica cena per raccolta fondi destinati a continuare la ristrutturazione della Chiesa di San Domenico e dove è stato allestito il Museo della Famiglia Della Corgna.

Mercoledì 6 agosto ore 21,30 spettacolo a San Domenico
Giovedì 7 agosto ore 21,30 Corteo Storico Centro Storico Castiglione del Lago
Venerdì 8 agosto ore 18,30 Santa Messa
Lunedì 11 agosto ore 20,30 cena in Piazzetta
Breve storia della Celebrazione di S.Domenico a cui è intestata la Chiesa della Famiglia della Corga e dove sono le tombe di molti di loro, come quella della Duchessa Eleonora di Mendoza moglie dell’ultimo della Corgna, la Famiglia a cui il Papa aveva affidato il feudo di Castiglione del Lago.

Si ringrazia, l’Amministrazione Comunale, L’AVIS di castiglione del Lago, la Pro Loco di Castiglione del Lago ed i CB Trasimeno oltre alla Parrocchia di Castiglione del Lago.

CASTIGLIONE DEL LAGO
FESTA DI SAN DOMENICO
AGOSTO 2014

L’otto agosto, giorno in cui la chiesa ricorda SAN DOMENICO di GUZMAN, anche a Castiglione del Lago si celebra la ricorrenza con grande fasto poiché a questo Santo è legata la famiglia della Corgna che tanto importante fu per la storia del paese.
La Duchessa Eleonora de Mendoza, moglie dell’ultimo della Corgna, il Duca Fulvio,si rivolse a San Domenico perché la guarisse da una terribile cancrena che da anni le divorava il braccio destro. Avendo saputo che in Soriano Calabro, nei pressi del quale la famiglia de Mendoza possedeva un feudo, ardeva una lampada votiva dedicata al Santo ne chiese l’olio benedetto per ungersi il braccio malato ed ottenne, dopo una tremenda operazione chirurgica, il miracolo della guarigione nel 1638.
Fu in memoria di questo miracolo e per ringraziare San Domenico che i Duchi Della Corgna fecero erigere nel cuore del paese la Cappella dedicata a San Domenico che da allora ha sempre rappresentato il cuore affettivo e religioso del paese.
A Castiglione del Lago, per ricordare questo miracolo e per onorare il Santo, nella splendida cornice del centro storico, il 6 agosto 2014, all’interno della chiesa di San Domenico, gli intervenuti saranno ospiti dei Duchi della Corgna e della loro corte.
Il 7 agosto alle 21.15 si svolgerà per le vie del paese, una suggestiva Processione rievocativa arricchita dal Corteo Storico della Corte dei Della Corgna.

In particolare i Duchi e la loro Corte, partendo dal Palazzo della Corgna si recheranno in Corteo presso la Chiesa di San Domenico dove si uniranno alla Processione di ringraziamento che vedrà gli incappucciati della Confraternita di San Domenico, come nel 1638, portare l’immagine del Santo solennemente per le vie del paese, con una sosta nella piazzetta retrostante la Chiesa per l’intrattenere gli ospiti con canti balli e giochi rinascimentali.

L’evento rappresenta, in modo molto curato e rigoroso, un momento della storia di Castiglione del Lago e già lo scorso anno ha coinvolto molte persone che con entusiasmo e partecipazione sono state presenti.
L’ 8 agosto, alle ore 19.00, nella piazzetta S. Domenico si svolgerà la Santa Messa con la distribuzione a tutti i fedeli del tradizionale pane benedetto.
Lunedì 11 agosto infine, alle 20.30, avrà luogo la “Cena insieme per il restauro”, in piazzetta S. Domenico: una serata per divertirsi e stare insieme.

La festa di San Domenico verrà dunque celebrata anche quest’anno a Castiglione del Lago non solo per rendere omaggio al Santo che attraverso la sua intercessione concesse la guarigione ad Eleonora de Mendoza ma anche per tenere desta l’attenzione e la memoria sul progetto di restauro e mantenimento della chiesa al quale la Confraternita di San Domenico ed il gruppo di volontari “Io per San Domenico” lavorano ormai da anni sotto la spinta di colui che per primo ha creduto a questo progetto: Guido Lana.
Il ricavato di ogni iniziativa verrà infatti come sempre destinato interamente al recupero ed al restauro delle opere d’arte risalenti al XV, XVI e XVII secolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*