In Panda, con 60 mila euro in contanti, viaggiava sul Raccordo, perché?

 
Chiama o scrivi in redazione


In Panda, con 60 mila euro in contanti, viaggiava sul Raccordo, perché?

In Panda, con 60 mila euro in contanti, viaggiava sul Raccordo, perché?

Era a bordo di una Fiat Panda il ragazzo, di origini toscane, che è stato fermato dalla polizia stradale di Castiglione del Lago lungo il Raccordo “RA6” Perugia Bettolle. L’uomo, incensurato, ha dato subito segni di nervosismo e questo ha indotto gli agenti ad effettuare un controllo più approfondito.

Tant’è che non riusciva neanche a giustificare il motivo per il quale si trovasse in viaggio, spostandosi da una regione (l’Umbria) all’altra (la Toscana), violando le attuali normative anti covid.

  • I poliziotti hanno trovato, ben nascosto sotto il sedile del passeggero una borsa rosa con dentro tre mazzette di banconote di vario taglio per un valore di circa 60mila euro.
© Protetto da Copyright DMCA

Da quanto riportato da un comunicato della Polizia di Stato, il Il giovane avrebbe detto agli agenti che l’ingente somma era frutto del suo lavoro e li avrebbe utilizzati per comprare un’auto nuova macchina.

La versione esposta è stata considerata non credibile, dagli uomini della Polizia Stradale, anche in considerazione delle modalità di trasporto, tanto che, di concerto con la competente Autorità Giudiziaria, il soggetto è stato sottoposto a rilievi dattiloscopici e denunciato a piede libero mentre la somma di denaro veniva sequestrata.

All’uomo, inoltre, è stata contestata la sanzione prevista per la violazione imposta sugli spostamenti fuori regione in relazione alla situazione epidemiologica in corso.

Da parte della Polizia Stradale sono in corso gli approfondimenti del caso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*