Magione festeggia lo “Tsagaan Sar”

Martedì 24 febbraio Magione festeggia lo “Tsagaan Sar”, la cosiddetta Luna bianca, la principale festa mongola che coincide con l’inizio dell’anno buddista. Lo fa per rendere omaggio alla cultura della Mongolia e per ricordare lo storico viaggio di fra Giovanni da Pian di Carpine che nel 1245-47, primo occidentale, raggiunse Karakorum, cuore dell’impero mongolo, per tentare una soluzione diplomatica alle continue minacce di invasione militare dell’Europa.

La festa, organizzata dal Comitato Giovanni da Pian di Carpine, dalla Pro Magione, dalle Associazioni Mongolia Italia di Ulaan Bator e Soyombo di Milano, con il patrocinio del Comune di Magione, prevede due momenti distinti. Uno prettamente istituzionale e di incontro ufficiale fra la comunità magionese e una delegazione mongola guidata dall’ambasciatore della Mongolia in Italia. Un secondo momento di tipo culinario, evocativo che si propone di celebrare lo Tsagaan Sar con una cena tipicamente mongola, aperta a tutti su prenotazione.

Il programma della giornata prevede l’arrivo, alle ore 15,00, nella sede del Comune di Magione di una delegazione, guidata dall’Ambasciatore mongolo in Italia, Shijekhuu Odonbaatar, che sarà ricevuto dal sindaco e dalle autorità locali, proprio nella sala del consiglio affrescata da Gerardo Dottori con la rappresentazione molto efficace dello storico incontro tra fra Giovanni da Pian di Carpine e il Gran Kahn Guyuc.

Successivamente, dopo aver fatto il punto sui rapporti di amicizia e di collaborazione culturale da anni in essere fra Magione e la Mongolia che coinvolgono anche l’Università per gli stranieri di Perugia e l’Agenzia umbra per il diritto allo studio universitario, la delegazione farà visita alla vicino castello dei Cavalieri di Malta, il monumento che insieme alla Torre di Magione risale all’epoca di Giovanni da Pian di Carpine.

Molto più conviviale e ricco di sorprese il momento della cena tradizionale mongola, alla quale parteciperà lo stesso ambasciatore, alcuni studenti mongoli dell’Università per gli stranieri di Perugia, il Rettore della stessa Università, il direttore dell’Adisu professor Maurizio Oliviero.

L’appuntamento, da prenotare entro domenica 22 al numero 075-8409115 (costo della cena euro 25,00), è per le ore 20,00 di martedì 24 febbraio al Ristorante Albergo Le Rocce, in località Villa di Magione.

I piatti del menu, realizzato da un cuoco italiano che ha lavorato in un ristorante ad Ulaan Bator, con la supervisione di L. Nyamaa, direttrice della Associazione Mongolia Italia, verranno spiegati ed inseriti nel contesto ambientale e culturale di un popolo tradizionalmente nomade, e in quello storico descritto da Giovanni da Pian di Carpine ben 770 anni fa. Ad animare la serata che prevede anche un piccolo mercatino e che spazierà sulla Mongolia di ieri e di oggi, sulla figura di Giovanni da Pian di Carpine, sul fascino turistico e sul modo migliore di visitare quel lontano paese, interverrà il giornalista Riccardo Marioni con le telecamere di Umbria Tv.

Questo il menu che verrà servito: Khushuur (panzerotti di verdure e carne); Buuz (fagottini ripieni di carne di agnello, cotti al vapore); Tsuivan (tagliatelle con verdure e carne di maiale); Khorkhog (carne di montone bollito con patate; il tutto cotto con l’ausilio di pietre riscaldate); Baitsaany salade (insalata di verza, carote e cipolla); thè e wodka rigorosamente mongoli; dessert italiano e vino rosso Colli del Trasimeno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*