Marco Pandolfi ha conquistato il pubblico di Trasimeno Blues

Ieri sera, mercoledì 30 luglio, il meraviglioso centro storico di Paciano ha ospitato il concerto di un’eccellenza dell’armonica Blues in Italia, Marco Pandolfi, che ha conquistato il pubblico di Trasimeno Blues offendo un concerto originale, di alto livello artistico e di grande suggestione, complice l’affascinante cornice di uno dei più bei borghi d’Italia.

Il concerto di Marco Pandolfi s’inserisce nell’ottica di valorizzazione degli artisti italiani che Trasimeno Blues da sempre promuove, contribuendo alla loro scoperta presso il pubblico.

Uno dei migliori armonicisti Blues del panorama italiano ed europeo, Marco Pandolfi è anche straordinario chitarrista e cantante di Downhome ed Urban Blues e raggiunge alti livelli espressivi evocando le atmosfere spontanee e genuine del Blues più autentico, poetico e intimista. I suoi dischi sono stati recensiti dalle più autorevoli riviste del settore e trasmessi nelle radio di tutto il mondo e vanta collaborazioni con numerosi bluesmen tra cui Richard Ray Farrell, Paul Oscher, Bob Margolin, Willie King, Paul Cox, The Mannish Boy.

Ha rappresentato l’Italia nel 2006 e nel 2001 all’International Blues Challenge di Memphis e, nel 2014, all’European Blues Challenge a Riga (Lettonia) riscuotendo sempre un grande consenso di pubblico e critica. Il suo ultimo album “No Dog In This Hunt”, pubblicato nel marzo 2014, è un ulteriore eccellente lavoro che conferma, ancora una volta, tutta la maturità stilistica di un artista non convenzionale quale Marco Pandolfi.

Ieri sera, insieme al virtuoso contrabbassista Lucio Villani e al batterista Federico Patarnello, ha entusiasmato il caloroso pubblico di Paciano interpretando con passione e maestria un repertorio di classici e di suoi brani originali nel più puro spirito low-down Blues.

Questa sera, giovedì 31 luglio, il viaggio di Trasimeno Blues fa tappa a Passignano sul Trasimeno con il Chicago, Delta e West Coast Blues del Big Daddy Wilson Acoustic Trio alle ore 21.30 in Piazza Garibaldi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*