Recupero speranzoso per uno dei fratelli Sorrentino dopo l’accoltellamento al ristorante

Recupero speranzoso per uno dei fratelli Sorrentino dopo l'accoltellamento al ristorante

Recupero speranzoso per uno dei fratelli Sorrentino dopo l’accoltellamento al ristorante

Le condizioni di salute del fratello più gravemente ferito in un accoltellamento al ristorante stanno migliorando. Questo incidente ha coinvolto i fratelli Sorrentino nel loro ristorante di San Feliciano la sera del 12 dicembre. Ora, il fratello che era in condizioni più critiche è in grado di parlare, seppur con difficoltà, e potrebbe presto essere in grado di fornire ai carabinieri la sua versione dei fatti.

Nel frattempo, gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Franco Bettini, hanno esaminato i filmati delle telecamere presenti nel locale. Questo elemento, insieme alle testimonianze già raccolte, potrebbe aver contribuito a chiudere il cerchio sui giovani cittadini egiziani coinvolti, che ora sono tutti e tre in carcere con accuse di tentato omicidio, lesioni personali e concorso in questi reati.

Due degli indiziati sono stati rintracciati a Magione e San Giustino e sono stati accusati di tentato omicidio in concorso e lesioni personali aggravate. La Procura ha emesso un decreto di fermo nei loro confronti, ritenendo concreto il pericolo di fuga. L’ex moglie del ristoratore è invece agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

Il tribunale dei minori ha sospeso la responsabilità genitoriale sia per la madre agli arresti domiciliari sia per l’ex marito, e i figli sono stati affidati alla nonna e a una sorella.

Un testimone ha raccontato che intorno alle 20.30, tre individui sono entrati nel locale. Uno di loro, con i capelli ricci e voluminosi, aveva ordinato una pizza mettendo 50 euro sul bancone. Gli altri due sono rimasti indietro. Uno dei fratelli ha detto loro che il locale era chiuso. Quando i tre sono usciti dal locale, uno dei fratelli si è trovato di fronte l’ex cognata. Dopo un breve scambio di parole, uno degli stranieri ha spinto l’uomo, facendogli perdere l’equilibrio. L’ex moglie si è posizionata dietro di lui, trattenendolo, permettendo così allo straniero di colpirlo con un coltello all’addome. Durante l’incidente, la donna ha gridato “Ammazzateli tutti”. Questa tragica serie di eventi ha scosso la comunità di San Feliciano, lasciando tutti in attesa di ulteriori sviluppi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*