San Feliciano, inaugurati i nuovi spazi scolastici

MAGIONE  – Nuove aule, abbattimento delle barriere architettoniche, installazione di pannelli fotovoltaici; questi alcuni degli interventi effettuati sull’edificio scolastico di San Feliciano di Magione, che ospita scuola materna e elementare. L’inaugurazione dell’ampliamento ha avuto luogo questa mattina alla presenza del sindaco Giacomo Chiodini, degli assessori Nazareno Annetti, lavori pubblici e Eleonora Maghini, istruzione; del parroco padre Vincenzo.

I lavori eseguiti, parte del piano triennale delle opere pubbliche 2011/2013, sono stati avviati con la precedente amministrazione e conclusi con quella guidata dal sindaco Giacomo Chiodini che, nel suo programma elettorale aveva indicato, tra le priorità, la riqualificazione e l’ampliamento dei plessi scolastici.

«L’ampliamento delle scuole di San Feliciano – è stato il commento del sindaco Giacomo Chiodini – permetterà alla frazione di avere per i prossimi anni spazi sufficienti sia per la materna che per le elementari, anche in caso di aumento della popolazione scolastica. In altre parole – ha aggiunto – si eviterà qualunque forma di sovraffollamento futuro, garantendo agli alunni ed alle loro famiglie una scuola sicura, funzionale, gradevole e a pochi passi dal centro cittadino».

«Con questo intervento – ha spiegato l’assessore  ai lavori pubblici, Nazareno Annetti – è stato possibile realizzare un nuovo refettorio e una nuova aula con servizi adeguati fruibili anche da portatori di handicap. In futuro, utilizzando lo spazio del vecchio refettorio, potranno, in caso di necessità, essere realizzate due o tre aule da destinare alla scuola materna. I lavori hanno riguardato anche la manutenzione straordinaria dell’impermeabilizzazione delle coperture e la realizzazione di locali per il personale, per un importo complessivo di circa 220mila euro finanziato dalle Regione dell’Umbria». «L’installazione dei pannelli fotovoltaici – ha proseguito  l’assessore – sono parte di vari interventi che l’amministrazione comunale sta realizzando in diversi edifici pubblici comunali finalizzato al risparmio energetico. Inoltre, tutti gli edifici pubblici (biblioteche, scuole, musei), sono alimentati solamente da energia proveniente da fonte rinnovabile».

Dell’importanza dei lavori effettuati sulla qualità del vita scolastica è intervenuta l’assessore all’istruzione, Eleonora Maghini.

«Qualsiasi investimento rivolto ai giovani e alla loro formazione, significa investire nel futuro – ha affermato l’assessore Maghini -.  Siamo infatti senz’altro convinti che la creazione materiale di un ambiente favorevole a chi è chiamato a svolgere la funzione educativa ed a coloro che ne sono i primi destinatari (gli alunni) rappresenti l’assolvimento del compito di un amministratore moderno ed al passo con i tempi».

Erano presenti alla cerimonia Massimo Alunni Proietti, sindaco nella precedente amministrazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*