Enti locali e obbligo bilancio consolidato, seminario a Villa Umbra con Mariani

Corso “Il Bilancio consolidato degli Enti Locali”

Corso a Villa Umbra

Enti locali e obbligo bilancio consolidato, seminario a Villa Umbra con Mariani
PERUGIA – “Il Bilancio consolidato degli Enti Locali” è il tema del corso organizzato oggi, 9 luglio, presso Villa Umbra a sostegno degli Enti locali chiamati ad approvare il documento contabile entro il prossimo 30 settembre. Adempimento che, da quest’anno, è obbligatorio anche per le Amministrazioni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti.

Bilancio consolidato degli Enti locali entro settembre

Il corso, promosso dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica diretta da Alberto Naticchioni e rivolto ad amministratori, dipendenti e professionisti, ha registrato partecipanti provenienti non soltanto dall’Umbria ma anche da Toscana e Marche.

I lavori sono stati aperti, stamani, dalla Coordinatrice didattica della Scuola, la Dottoressa Sonia Ercolani, che ha ricordato il supporto formativo ed operativo di Villa Umbra a favore degli Enti locali in materia di armonizzazione contabile.

Relatrice della giornata formativa: Paola Mariani, Direttore Amministrativo contabile presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato.

“Quest’anno, anche i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti sono tenuti ad approvare il bilancio consolidato entro il prossimo 30 settembre – ha ricordato la dottoressa Mariani – La predisposizione corretta del documento presuppone la corretta adozione della contabilità economico patrimoniale e la conoscenza della specifica normativa armonizzata. Trasferire competenze tecniche agli Enti locali è, pertanto, l’obiettivo della giornata formativa organizzata a Villa Umbra”.

Al centro del corso l’impostazione e la redazione del bilancio consolidato degli Enti Locali, la disciplina del rendiconto consolidato, gli adempimenti e le criticità per l’invio dei dati alla BDA e gli ultimi aggiornamenti degli allegati al Decreto legislativo numero 118 del 2011 decisi dalla Commissione Arconet.

L’invio alla Banca Dati Amministrazioni Pubbliche

“La redazione del bilancio consolidato degli Enti locali – ha chiarito la dottoressa Mariani – presuppone che l’Ente abbia già ricevuto tutti i bilanci, riclassificati e rivalutati, dei soggetti facenti parte del perimetro di consolidamento. Una volta approvato il bilancio consolidato, l’Ente dovrà trasmettere il documento contabile alla BDA, Banca Dati Amministrazioni Pubbliche. I documenti contabili inviati alla BDA saranno sottoposti ad una serie di controlli di validità e quadratura e alle eventuali correzioni richieste, fino al blocco dell’acquisizione del documento non conforme alla normativa”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*