Umbria Endurance Lifestyle 2015, Costanza Laliscia Campionessa

CASTIGLIONE DEL LAGO – Continua a brillare la stella di Costanza Laliscia, che sul traguardo dell’aeroporto Eleuteri si conferma campionessa italiana in sella a Praalific. Il castrone anglo arabo grigio del 2005 e la quindicenne amazzone perugina hanno chiuso alla media di 17,801 km/h, conquistando la vittoria al termine di un’esaltante volata con l’altra umbra Elena Mariotti, che ha gareggiato in sella a Tania d’Alauze. Terza piazza per Martina Settembre con Inshallah Hamet.

Le due ragazze di casa hanno dettato legge dal primo all’ultimo dei 120 chilometri del percorso, gestendo al meglio i propri cavalli e riuscendo a presentarsi sul vialone d’arrivo ancora con energie da spendere per uno sprint che ha reso spettacolare il pomeriggio di Castiglione del Lago. La portacolori del Fuxia Team di Italia Endurance, che era ripartita per l’ultimo giro con un leggero ritardo nei confronti di Elena Mariotti, è riuscita a colmare il margine e a presentarsi sul vialone d’arrivo appaiata.

Il testa a testa ha esaltato amazzoni e cavalli e la clamorosa conferma è arrivata dal rilevamento sugli ultimi 500 metri, interpretati dalle due amiche (erano compagne di squadra in Nazionale l’anno scorso in occasione della conquista della medaglia di bronzo a squadre ai Campionati europei junior & young riders) addirittura alla velocità di 63 chilometri all’ora!

Con l’ultimo trionfo, Costanza arricchisce un palmarès che a 15 anni è già importante: nel 2014 sono arrivate la medaglia d’oro al campionato italiano junior & young riders, la medaglia di bronzo a squadre al campionato europeo di categoria e 9 piazzamenti nella “top ten”, di cui tre vittorie e quattro terzi posti. Risultati che la figlia d’arte (il padre è Gianluca Laliscia, campione mondiale a squadre 2005) aveva aggiunto ai titoli conquistati nei campionati italiani pony del 2008 e del 2011 e nelle Ponyadi 2012.

Campionato italiano assoluto 160 km Nella gara più importante di ieri, Daniele Serioli è salito sul gradino più alto del podio. Il cavaliere bresciano, in sella a Indian Kativa, ha tagliato il traguardo e superato la visita veterinaria finale, conquistando il tricolore alla media di 17,886 km/h, davanti a Fabrizio Leonardelli su Frammento alla media di 17,028, Giuseppe Alaia su Cc Makdun a 16,979 e Dario Venturi su Neca a 16,971.

Trasimeno endurance cup 120 km La vittoria è andata a Lisa Moretti su Nabras, che alla media di 17,669 km/h ha preceduto Fausto Fiorucci su Nadir di Gallura a 17,297 e Annelie Eriksson su Gardu Pintu a 17,288.
Trasimeno endurance cup 92 km A vincere è stato Giordano Bottiglia su Maitrix alla media di 18,594 km/h, secondo posto per Wladimiro Marani su Aigoual Dimnah a 18,302, terza piazza per Vittoria Ciuchi su Spiz a 17,805.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*