A San Feliciano il gusto vero della cacciagione

A San Feliciano il gusto vero della cacciagione

L’invito è rivolto a tutti i buongustai che amano il gusto vero e sincero della cacciagione: “Lo Spuntino del Cacciatore” è il nuovo evento dedicato agli appassionati di caccia, pesca e soprattutto del buon mangiare. Menù da intenditori, cibo genuino e tramonti mozzafiato e panorama da lasciare a bocca aperta, questi gli ingredienti per un appuntamento unico nel suo genere che si terrà il 23, 24 e 25 aprile a San Feliciano.


Fonte Ufficio Stampa
Pro Loco San Feliciani


L’atmosfera sarà poi resa ancora più interessante grazie ai numerosi stand che si incastoneranno in quel gioiello naturale che è il lungolago dello storico paese di pescatori del Trasimeno, una vera e propria area espositiva con addetti ai lavori pronti a dare dimostrazioni e spiegazioni a esperti e novizi della caccia e della pesca.

“La manifestazione può essere definita a tema caccia e dintorni – spiega Claudio Marinelli, membro della Pro Loco San Feliciano e organizzatore attivo dell’evento – la parte food si terrà presso i locali del Circolo Canottieri e il protagonista sarà il nostro menù o meglio i menù. Infatti, la regina della tavola resterà sempre e ovviamente la cacciagione, ma nel corso dei tre giorni si alterneranno piatti sempre diversi. In parallelo, si svolgerà l’evento fieristico con gli espositori che avranno grandissimo spazio sul lungolago di San Feliciano. Sarà rappresentata la caccia così come la pesca, ci sarà la cinofilia e forse la falconeria. Non mancheranno esibizioni e dimostrazioni di tiro con l’arco e softair, durante le quali verrà data la possibilità di avvicinarsi a queste pratiche. Il tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti Covid, anche per questo sarebbe gradita la prenotazione.

Aggiungi al tuo calendario

Andando nel dettaglio delle pietanze – prosegue Marinelli – avremo polenta con il sugo di capriolo, numerosi tipi di ragù rosso e bianco con cinghiale, quaglie e il nostro cavallo di battaglia che è un sapiente misto di aria, acqua e terra. Tra i secondi ci saranno quaglie alla brace, spezzatino di cinghiale e capriolo cotto a bassa temperatura con funghi porcini. Infine, per eventuali accompagnatori non troppo avvezzi ai gusti decisi, vi sarà la possibilità di poter ordinare piatti più standard quali amatriciana e carne alla brace. Il tutto sarà accompagnato da una selezione di vini scelti proprio per abbinarsi al meglio alla cacciagione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*