Buoni spesa e sottoscrizione di solidarietà per aiutare chi è in difficoltà

Arrivate a quindici le persone contagiate. Serve la massima prudenza

Magione_fondo_sociale_solidarietà

Buoni spesa e sottoscrizione di solidarietà per aiutare chi è in difficoltà – Parte la sottoscrizione di solidarietà per Misericordia e Caritas, le due associazioni di volontariato che stanno dando sostegno, insieme con l’amministrazione comunale, a persone sole e famiglie in difficoltà. Un nuovo caso positivo e Magione tocca quota quindici. Online da oggi il modello per chiedere i “buoni spesa”.

Con una nuova persona contagiata nelle ultime 24 ore arrivano a un totale di quindici le persone che hanno contratto l’infezione da coronavirus nel comune di Magione. Le indagini epidemiologiche effettuate non hanno permesso, al momento, di risalire al luogo e alla modalità di contagio elemento che devono essere utilizzate tutte le precauzioni, limitando al massimo le uscite da casa.

Complessivamente la situazione è la seguente: 15 positivi di cui: 4 ricoverati in ospedale in condizioni stabili o in miglioramento; 2 domiciliati fuori comune; 9 isolati nella propria abitazione e in buone condizioni. Due persone clinicamente guarite per le quali si sta aspettando il tampone per la certificazione finale. 30 in isolamento e sotto osservazione, si tratta di contatti di persone positive, casi sospetti o persone in attesa di risposta al tampone. 48 che persone hanno concluso l’isolamento fiduciario

Per quello che riguarda o “Buoni Spesa”, il modello per richiederli è scaricabile dal sito del Comune di Magione. I buoni sono destinati esclusivamente all’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità; sono diretti ai nuclei familiari più in difficoltà (non sufficientemente o non ancora coperti da altri sostegni pubblici); le domande vanno inoltrate via email come illustrato nel link in evidenza all’interno del sito istituzionale del Comune di Magione. Solo in via eccezionale – per ragioni straordinarie – potranno essere consegnate agli uffici comunali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*