Raccolta differenziata, Panicale entra nell’era della tracciabilità

 
Chiama o scrivi in redazione


Caso Gesenu, TSA conferma propria fiducia nella magistratura

La TSA inaugura l’era della tracciabilità della raccolta differenziata. Dal mese di settembre Panicale sarà il primo comune, servito dalla Trasimeno Servizi Ambientali, nel quale i sacchi azzurri della plastica e le ceste gialle della carta saranno lette dagli operatori ecologici mediante apposite etichette con codice a barre che in questi giorni verranno inviate ad ogni singolo utente del territorio comunale: i dati elaborati determineranno le statistiche necessarie al miglioramento dell’efficienza economica e ambientale dei servizi.

© Protetto da Copyright DMCA

Le etichette sono leggibili solo dagli operatori TSA e quindi la privacy del cittadino è perfettamente tutelata. Nulla cambia per quello che riguarda il calendario di raccolta: l’utente dovrà solo applicare le apposite etichette sui sacchi e sulle ceste.

In caso di smarrimento o di necessità, questi codici a barre, potranno essere anche stampati dall’utente autonomamente presso la Ricicleria TSA di riferimento, utilizzando la propria tessera sanitaria. Il sistema di tracciabilità sarà avviato senza incrementi di costi di costi a carico dell’amministrazione comunale. Questa nuova iniziativa permetterà di aumentare la corretta separazione dei rifiuti, andando anche a premiare con incentivi, i comportamenti virtuosi. La carta e la plastica opportunamente divise, torneranno ad essere impiegate andando a ridurre la quantità di rifiuti destinati alla discarica.

La tracciabilità di questi rifiuti è inoltre il primo passo per consentire una maggiore equità contributiva e permettere all’utente di pagare in relazione all’effettivo servizio fruito. In poche parole: beneficio per l’ambiente con risparmio di risorse economiche e di energia e poi risparmio per gli utenti più sensibili con una tariffa più puntuale. La tracciabilità tramite codice a barre di carta e plastica va ad affiancare la tracciabilità tramite microchip del rifiuto residuo, ormai operativa a partire dal 2014 su tutto il territorio servito dalla TSA.

È questo un nuovo obiettivo raggiunto nell’ambito del progetto LIFE+EMaRES! che rende operativa la sperimentazione della tracciabilità di carta e plastica con lettura del codice a barre per aumentare la percentuale di raccolta differenziata.

Il software ERP
L’informatizzazione rende il servizio efficiente e ottimizza l’attività della TSA: innovazione tecnologica e miglioramento continuo del servizio offerto sono strettamente dipendenti.

Ecco perché la Trasimeno Servizi Ambientali s.p.a., ha implementato un software internazionale di tipo ERP che consente di gestire e controllare in modo informatizzato tutti i propri flussi informativi e quindi tutte le attività svolte; di ottimizzare tutti i processi organizzativi aziendali e assicurare costante il livello di servizio promesso agli utenti.

ERP è l’acronimo dell’espressione Inglese Enterprise Resource Planning (letteralmente “pianificazione delle risorse d’impresa”), un sistema informatico di gestione che integra tutti i processi di business rilevanti di un’azienda (vendite, acquisti, gestione magazzino, contabilità etc.).
I vantaggi organizzativi ottenuti con l’adozione del sistema ERP sono i seguenti:
• integrazione delle attività aziendali;
• utilizzo delle migliori prassi come modello di riferimento;
• standardizzazione dei processi nella gestione dei dati e delle informazioni;
• disponibilità delle informazioni in tempo reale;
Con la nuova programmazione delle risorse la TSA intende raggiungere un aumento del livello di soddisfazione del cliente, grazie al rispetto degli standard di qualità del servizio pattuiti, e una maggiore produttività aziendale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*