Sepolcro etrusco di Sigliano archeologia e “Rinascimento” a Città della Pieve

Sepolcro etrusco di Sigliano declinazioni archeologiche di "Rinascimento" a Città della Pieve
Sepolcro etrusco di Sigliano declinazioni archeologiche di "Rinascimento" a Città della Pieve

Sepolcro etrusco di Sigliano declinazioni archeologiche di “Rinascimento” a Città della Pieve

Una delle morbide colline affacciate sull’antico solco fluviale del Clanis, circondate da un’alternanza di aree boscose e pianure coltivate lungo la linea di confine umbro-toscana fra Chiusi, Castiglione del Lago e Città della Pieve; due sepolcri etruschi contigui casualmente scoperti a fine Ottocento e poi nuovamente perduti; pagine d’archivio ingiallite dal tempo che portano i segni di accurati tratti a matita; alcuni reperti salvati dall’oblio e custoditi presso il Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, fra cui un pregevole casco in bronzo noto con l’errata denominazione di “elmo di Paciano”.

Questi sono gli elementi da cui ha preso le mosse il Progetto TeCHe (Technologies for Cultural Heritage), frutto della sinergia fra Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria e Visual Computing Lab dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione – CNR di Pisa.

Il 24 Ottobre 2015, per l’evento di presentazione della serie Il Tesoro Chiamato Italia, avremo il piacere di ospitare la D.ssa Sabrina Batino, autrice dell’indagine che ha permesso di realizzare un video in computer animation contenente la restituzione digitale 3D dell’ipogeo I e dei suoi arredi mobili.

L’appuntamento è per tutti alle ore 18.00 presso la Sala del Convivio di Palazzo della Corgna.

Sepolcro etrusco di Sigliano

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
15 ⁄ 3 =