Paciano, “Giornata della Terra”, gli alunni diventano arboricoltori

Da oggi, a fianco degli imponenti lecci, nel giardino dell’Istituto comprensivo di Paciano, svetta un promettente “cercis siliquastrum” (volgarmente conosciuto come “albero di Giuda”). Merito degli stessi studenti che, nella “Giornata della terra”, hanno voluto lasciare una segno tangibile della loro sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali, mettendo a dimora questo splendido albero dai fiori viola, sotto l’attenta guida dell’arboricoltore Luc Feliziani.

Questa è stata solo una delle iniziative con cui oggi Paciano aderisce all’Earth Day, manifestazione internazionale a cui stanno partecipando 120 paesi e che ha come obiettivo quello di piantare un miliardo di alberi in tutto il mondo. “Gli alberi sono potenzialmente eterni”, ha svelato Feliziani parlando ai giovani alunni pacianesi raccolti nella piazza principale del paese, dove svetta il più maestoso e affascinante dei lecci che costellano il piccolo borgo umbro.

Tuttavia l’arboricoltore ha messo in guardia i giovani uditori dalle minacce che incombono sulle piante, per cause naturali, ma spesso a causa degli interventi maldestri dell’uomo che ne alterano il delicato equilibrio, decretandone anche la morte. Quella di oggi per gli studenti di Paciano è stata una preziosa occasione per sapere dunque qualcosa in più sulla natura che li circonda, in particolare sui lecci, essenze autoctone che con la loro fitta presenza caratterizzano il centro storico.

Dopo la lezione all’aperto, i giovani sono stati condotti a Palazzo Baldeschi per la presentazione del Centro Terzo Millennio da parte di Leslie Busby e per un invito all’uso della Biblioteca dei Libri Salvati/Centro Terzo Millennio sull’ambiente. Con la stessa Busby poi gli studenti si sono collegati al sito web della “Campagna per un Miliardo di Alberi”, lanciata anni fa dal premio nobel Wangari Maathai e sostenuta dalle Nazioni Uniti, per registrare l’albero di Giuda precedentemente piantato. Alle 13 è stata la volta dei bambini della Scuola dell’Infanzia che sono stati impegnati in una passeggiata alla scoperta degli alberi e della loro importanza.

Il programma delle celebrazioni prosegue questa sera, alle ore 21, presso il Centro di Documentazione sul Paesaggio, con la presentazione da parte del Centro Terzo Millennio del film “Home – La nostra Terra”, un documentario su ambiente e cambiamento climatico del regista francese Yann Arthus-Bertrand, prodotto da Luc Besson. 45 anni dopo la sua prima edizione, la Giornata della Terra (Earth Day) rappresenta la più grande manifestazione ambientale del pianeta finalizzata a promuovere la salvaguardia della terra.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*