Carabinieri Arezzo, arrestato per minaccia e danneggiamento

 
Chiama o scrivi in redazione


Piazza di spaccio, Carabinieri Arezzo arrestano dieci spacciatori

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno tratto in arresto un 40enne, residente in valdarno, per lesioni personali, violenza privata, minaccia e danneggiamento.
Nelle prime ore della decorsa notte l’uomo era intervenuto in una lite in famiglia, in atto tra la propria sorella e il marito e aveva colpito quest’ultimo con calci e pugni, aggredendo anche i militari dell’Arma intervenuti.
Il 40enne, che è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale. il GIP presso il Tribunale di Arezzo ha convalidato l’arresto effettuato il 15 maggio scorso dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Arezzo del 68enne aretino e del 32enne del basso casentino, sorpresi a coltivare piante di marijuana in un garage, appositamente allestito con costose e sofisticate attrezzature, sito in zona Giotto di Arezzo. Nell’operazione erano state sequestrate 100 piante di marijuana, circa un chilogrammo e mezzo di hashish e il manuale “Marijuana: orticoltura della cannabis. La bibbia del coltivatore medico indoor e outdoor” di Jorge Cervantes.
Il magistrato ha inoltre disposto gli arresti domiciliari per il 68enne e l’obbligo di dimora nel comune di residenza per il 32enne.

I Carabinieri della Stazione di Terontola hanno denunciato un 22enne, rumeno, senza fissa dimora, per furto aggravato.
A conclusione delle indagini i militari dell’Arma accertavano che l’11 maggio scorso, mentre era ospite presso l’abitazione di un suo connazionale in valdichiana, l’uomo si era appropriato della somma in contanti di circa 500 euro, da questo custodita nel canterano. L’uomo veniva pertanto deferito all’autorità giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*