Castiglione del Lago: la Corte dei Conti contesta il Sindaco Burico

La dichiarazione di Gruppi Fratelli d’Italia e Lega Castiglione del Lago contro il Sindaco Burico

Castiglione del Lago: la Corte dei Conti contesta il Sindaco Burico

Castiglione del Lago: la Corte dei Conti contesta il Sindaco Burico

I Gruppi Fratelli d’Italia e Lega Castiglione del Lago– Ritardi sistematici nell’approvazione dei rendiconti oltre le scadenze di legge, errata contabilizzazione del disavanzo, mancata indicazione del disavanzo nei bilanci, mancate riscossioni dei crediti. Queste le principali critiche che la Corte dei Conti con sentenza n.2/2024 ha contestato a Burico & Co. (…leggasi compagni…).
Quanto più volte denunciato da Fratelli d’Italia e Lega in tutte le sedute del Consiglio Comunale è stato finalmente attestato dalla Corte dei Conti. Le accuse del Sindaco di fake news all’operato dell’opposizione si sciolgono miseramente come neve al sole.

Ed ecco cosa ci consegna il quinquennio della Giunta Duca-Burico: un disavanzo di € 2.556.432,44 (sì, leggete bene, oltre due milioni e mezzo di debito) che i cittadini dovranno ripagare per i prossimi 22 anni con rate da 168.000,00 annue! Un indebitamento complessivo dell’Ente in costante crescita nel quinquennio Duca-Burico ed arrivato ad € 16.066.781,37 ossia pari a oltre 1.000 euro per abitante. Pensate, ogni nuovo cittadino di Castiglione del Lago nasce dovendo già oltre mille euro al Sindaco Burico per ripagare i suoi debiti!

In più gli aumenti del 13% disposti dall’AURI sulle tariffe della spazzatura del biennio 2024-2026 e passivamente accettati dal Comune nel massimo riserbo sperando di non avere conseguenze sulle elezioni del prossimo giugno. Addirittura rinviando l’approvazione del previsto punto all’ordine del giorno del Consiglio ammettendo esplicitamente, l’assessore Duca, “[…] capiteci, è umano non approvare gli aumenti in prossimità delle elezioni […]”
Avremo l’8% di aumento della TARI quest’anno e il 5% il prossimo, valori che saranno definiti con precisione entro il prossimo 30 giugno (a elezioni avvenute…guardacaso!) quando si saprà l’importo del recupero degli arretrati TARI dal 2017 in avanti che la Giunta Duca-Burico con il supporto dell’Assessore Bacci hanno avviato da alcuni mesi.
Ma quindi tutti i meriti della raccolta differenziata propagandati da Duca non porteranno nessun vantaggio?
A quando la tanto decantata tariffa puntuale per ogni cittadino?

Una Giunta imbattibile nell’organizzare cerimonie, feste e nel concedere patrocini agli eventi, in cinque anni innumerevoli delibere e soldi sul tema. Ma sul ridurre la pressione tributaria troppo elevata e nel dare concretezza ai bisogni delle imprese e famiglie, Duca Burico e Co. non pervenuti!

Cittadini Castiglionesi buone elezioni!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*