Castiglione del Lago, Consiglio comunale approva odg con favore di “Progetto demografico”

Castiglione del Lago cominciato anno politico con formula Question Time Questione migranti: «Noi allo stato non siamo disponibili ad accogliere migranti richiedenti asilo»
Comune Castiglione del Lago

Il Consiglio comunale di Castiglione del Lago nella seduta dello scorso 23 ottobre ha approvato, con il voto favorevole della maggioranza e del gruppo “Progetto Democratico”, un ordine del giorno sulla delicata questione dei trasporti, delle strade e della viabilità nel territorio comunale. «In previsione del Piano Regionale dei Trasporti abbiamo deciso di portare in Consiglio questo odg – ha dichiarato il sindaco Sergio Batino – che prende in esame le grandi problematicità del territorio nel settore della viabilità, dei trasporti e direi della sicurezza e della salute dei cittadini: è molto significativo che è stato approvato dalla maggioranza insieme al gruppo di Progetto Democratico. Noi prendiamo atto con soddisfazione del cambio di atteggiamento di Progetto Democratico che, dopo anni di opposizione alle nostre idee sul tracciato della Variante alla 71, si è convinto in pieno che era ed è l’unica concretamente possibile in tempi brevi, tenuto conto anche delle limitate risorse disponibili per il 1° tratto. L’iniziativa di qualche giorno fa con l’assessore Rometti lo conferma in pieno e questa è una svolta importante per un gruppo consiliare che in passato non aveva approvato analoghi ordini del giorno. Ora dovremmo tutti abbandonare le polemiche e lavorare insieme per raggiungere gli obiettivi che servono urgentemente ai cittadini castiglionesi».

«Al fine di contribuire alla definizione di un Piano Regionale dei Trasporti in corso di istruttoria – recita il testo approvato dal consiglio – efficiente e funzionale e che consenta di superare la marginalità del nostro territorio evidenzia le seguenti problematiche: definire immediatamente l’iter burocratico concordato per procedere in tempi strettissimi alla realizzazione della Variante alla 71 (1° tratto) per la quale sono stanziate risorse per sette milioni di euro; rifacimento immediato del manto stradale ed ampliamento della carreggiata della stessa SR 71 nel tratto Castiglione-Borghetto; manutenzione di tutta la rete viaria provinciale ormai quasi impercorribile; mantenimento delle attuali fermate dei treni sulla vecchia linea Roma-Firenze per rispondere ad esigenze di studenti pendolari e pieno sostegno alla realizzazione della Stazione Media Etruria solo nel tratto Chiusi-Terontola, collegate entrambe adeguatamente per ferrovia e strada; mantenimento delle autolinee per studenti e pendolari, con revisione degli orari delle linee verso Castiglione per garantire accesso alle scuole superiori ed ai servizi ospedalieri; collegamento con Isola Polvese, territorio comunale, tramite servizio pubblico di navigazione con apertura al servizio privato ad integrazione di quello pubblico con utilizzo dei pontili; consentire la navigazione da diporto individuando in ogni porto punti di attracco e sosta; completamento percorsi ciclopedonali con riqualificazione del percorso ciclabile intorno al Trasimeno e completamento nel tratto Castiglione-Sant’Arcangelo; collegamento con percorso ciclabile del Tevere e Sentiero della Bonifica in Toscana; realizzazione rotonda di Pineta tra la provinciale Valnestore-Colonnetta e la strada regionale del Trasimeno Inferiore 599; realizzazione del 2° tratto della Variante alla 71 per oltrepassare completamente il centro abitato di Castiglione».

Nell’ordine del giorno si invita la Regione Umbria ad accogliere i punti per rispondere alle esigenze espresse «dal Comune umbro più distante da servizi di rilevanza regionale con maggiore popolazione e con maggiore numero di visitatori e turisti» e si alla Provincia di Perugia di accogliere le proposte evidenziate e sostenerle in tutte le sedi di dibattito al fine di portarle a positiva conclusione. Il Consiglio comunale sollecita tutti i comuni del Trasimeno a definire una posizione unanime che dia forza alle proposte del territorio anche in considerazione di unitarie esigenze delle popolazioni e ad aprire una interlocuzione con i Comuni della vicina Toscana toccati dalle stesse problematiche di servizio e promozione. Il Consiglio comunale, la Giunta ed il Sindaco si impegneranno ad assumere iniziative di confronto e di lotta per rispondere alle esigenze dei suoi cittadini in ordine alle questioni dei trasporti e della viabilità. (

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*