Videosorveglianza, ricorso al Tar e sicurezza Ponte, Peltristo sollecita

 
Chiama o scrivi in redazione


Videosorveglianza, ricorso al Tar e sicurezza Ponte, Peltristo sollecita

Ritardi per l’installazione dell’impianto di videosorveglianza, l’aumento del numero della polizia municipale, il ricorso perso al Tar contro il Gal e sulla sicurezza stradale con il mancato intervento sul Ponte del Nestore nel Comune di Piegaro. Per questi motivi, Augusto Peltristo, Vicecommissario Lega del Trasimeno e Capogruppo della Civica torna a far sentire la sua voce insieme ai consiglieri Roberto Pinzo e Gianmaria Tei.

© Protetto da Copyright DMCA

“I furti e gli atti vandalici nel nostro Comune – spiega Tei – periodicamente si ripropongono provocando disagi, con ripercussioni anche a livello psicologico nei soggetti vittime di tali comportamenti ignobili e alimentando anche un senso di impotenza, rassegnazione ed insicurezza nella comunità”.

“Siamo a chiedere nuovamente  per i nostri cittadini – continua il Consigliere – maggiore sicurezza attraverso un piano concertato con tutte le forze dell’ordine presenti nel nostro territorio, che prevede intanto il potenziamento del numero di unità della polizia municipale. L’Agente andato in pensione non è stato ancora rimpiazzato e l’installazione dell’impianto di videosorveglianza che il nostro gruppo lo sta chiedendo da anni, il tutto permetterebbe una maggiore sorveglianza e un miglior controllo”.

“Abbiamo appreso – aggiunge Pinzo –  da una nutrita rassegna stampa che il Comune di Piegaro insieme ai Comuni di Panicale e Parrano ha impugnato presso il Tribunale Amministrativo Regionale la delibera del 20 ottobre 2020 del Gal Trasimeno-Orvietano con la quale veniva eletto il nuovo consiglio direttivo. Solo tre soci dei 22 pubblici e dei 70 totali, che annovera il Gruppo di Azione Locale nel proprio partenariato, hanno deciso di impugnare la delibera, quindi una nettissima minoranza”.

“Oggi apprendiamo, – prosegue il Consigliere – dalla stessa stampa che il TAR ha giudicato inammissibile il ricorso per difetto di giurisdizione, essendo infatti il Gal Associazione Onlus e quindi Ente di natura privata come stabilito dai regolamenti comunitari, pertanto ogni controversia risulta essere di competenza del giudice ordinario. Il Tar ha quindi riconosciuto fondata l’eccezione preliminare sollevata dalla difesa”.

“Oltre a non aver appurato scorrettezze – prosegue il Consigliere – l’avvocato e i comuni ricorrenti si sono anche sbagliati sul tipo di giudice al quale ricorrere, inoltre vogliamo sapere la spesa che il Comune di Piegaro ha dovuto sostenere e/o dovrà sostenere per il ricorso e le motivazioni che hanno spinto ad aderire al ricorso”.

“La nostra Lista – esordisce Peltristo – da sempre sensibile alle tematiche di sicurezza stradale ha richiesto nuovamente all’Amministrazione Comunale e agli Uffici preposti sopralluogo e intervento presso il ponte sul Nestore in località Oro per una verifica strutturale di stabilità. Tale ponte si trova a cavallo tra i Comuni di Panicale e Piegaro”.

Ai due Comuni risulta un obbligo procedere alla verifica sismica delle opere di interesse strategico e rilevante in caso di collasso e contestuale richiesta di finanziamento dell’importo pari al 50 per cento per espletare la gara di servizi tecnici. “Tale ponte – prosegue il capogruppo – viene attraversato quotidianamente da numerosi camion con carichi pesanti oltre che da diversi autoveicoli, da qui l’esigenza di un controllo e monitoraggio a scopo preventivo sulla struttura, inoltre il ponte necessita di una evidente manutenzione”.  “Abbiamo chiesto – conclude Peltristo – se l’Amministrazione ha previsto lo stanziamento di risorse per far fronte alle spese di progettazione, di realizzazione e le tempistiche previste per l’intervento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*