Anteprima nazionale a Città della Pieve per “Cronache dal mondo dell’arte”

Sarà presente l’autore, l’ambasciatore della lettura Antonio Capitano 

Antonio Capitano

Anteprima nazionale a Città della Pieve per “Cronache dal mondo dell’arte”

Venerdì 3 dicembre, alle ore 17.00, nella cornice di Palazzo Della Corgna, Città della Pieve presenta in prima nazionale il volume di Antonio Capitano “Cronache dal mondo dell’arte. Storie curiose di artisti e dintorni” Albeggi Editori.

Capitano, saggista e ambasciatore della lettura (recentemente nominato dal Cepell del Ministero della Cultura) nelle sue pagine dedica un significativo spazio anche alla figura di Benozzo Gozzoli, straordinario pittore che ha lasciato il segno del suo passaggio a Città della Pieve.

L’occasione della presentazione è dunque quella di sublimare questi “frammenti di un periodo luminoso” attraverso la riscoperta di questi immensi artisti che meritano una speciale attenzione in una Città rappresentativa e simbolica per l’intera storia dell’arte.
La recente scoperta degli affreschi attribuiti al Gozzoli da validissimi studiosi permette di ricostruire una diversa storia locale che immediatamente diventa universale. Il saggio di Antonio Capitano si sofferma su ritratti poco noti da sembrare quasi inediti di artisti dal valore universale e dalla vita non sempre semplice se non addirittura avventurosa. E, in vista dei 500 anni dalla morte di Pietro Vannucci detto il Perugino, restituire la giusta luminosità a tale artista probabilmente troppo oscurato sia dai suoi contemporanei, sia dalla critica.
Ne discuteranno l’Assessore alla Cultura (che ha avuto un ruolo attivo nella scoperta dei frammenti del Gozzoli) con letture “ad alta voce” e l’ambasciatrice della lettura Marianna Scibetta.

1 Commento

  1. Il libro mi ha molto colpito e mi ha spronato a questa piccola recensione perché questi brevi ma intensi racconti, così ben suddivisi tra la parte tecnica, diciamo per gli “addetti ai lavori” e poi la parte “romantica” con situazioni quasi sconosciute che hanno vissuto, da vivi e anche dopo la loro morte, i personaggi/Artisti e le loro opere, è veramente, ma veramente, piacevole.
    Però questo Libro “Cronache dal mondo dell’arte I” non lo ritengo indicato alla lettura soltanto per esperti e conoscitori di questo settore anzi, con un minimo di dedizione, credo sia utile e gradevole nella lettura anche a un profano come sono io.
    Confesso che inizialmente sono stato “rapito” più dalla parte “romantica” però poi mi sono reso conto che anche la parte più “scientifica” aveva il suo bel fascino e allora ho ripreso con più attenzione la lettura.
    Ecco proprio per capire meglio ho proseguito avendo vicino lo smartphone o il computer per approfondire meglio, anche visivamente, il contesto delle “segnalazioni” su opere e personaggi, come ad esempio l’affresco dell’unico ritratto conosciuto di San Francesco in quel di Subiaco nel Monastero Benedettino di Santa Scolastica o il Ritratto di Bindo Altoviti opera di Raffaello.
    Il riferimento in alcuni racconti a personaggi come Sciascia, Calamandrei e il famoso commissario Maigret con l’innegabile abilità di osservazione, mi portano facilmente ad associare anche l’Autore a queste loro capacità anche per la sua profonda passione per l’Arte in ogni sua manifestazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*