Ma non avevamo detto per sempre? termina la Stagione 23/24 di Corciano

Ma non avevamo detto per sempre? termina la Stagione 23/24 di Corciano

Ma non avevamo detto per sempre? termina la Stagione 23/24 di Corciano
In scena Tiziana Foschi e Antonio Catania

Termina venerdì 15 marzo alle 21 la Stagione 23/24 del Teatro della Filarmonica di Corciano. L’ultimo spettacolo in Cartellone sarà Ma non avevamo detto per sempre? di Tiziana Foschi, in scena insieme ad Antonio Catania, per la regia di Antonio Pisu.

Lei farmacista. Lui attore e scrittore sempre alla ricerca del grande salto artistico. Lei è stufa di essere quella pragmatica della coppia, quella che provvede alla sussistenza, quella su cui ci si può contare. Lui è stufo di non essere capito, forse si è sbagliato a trascorrere trent’anni con una donna che fondamentalmente “non parla la sua lingua“.
Ma è convinto di avere ancora degli anni importanti davanti a sé ed è deciso a lasciarla. Volevano due figli ma non sono arrivati e, prima per gioco poi forse per non impazzire, hanno inventato di averne messo al mondo uno: Polonio. Per lui: personaggio shakespeariano dell’Amleto, padre di Ofelia. Per lei: elemento chimico radioattivo la cui scoperta è attribuita a Pietro e Maria Curie.
Ci giocano con questo figlio inventato, giocano con le parole, con il futuro da costruirgli, col suo affidamento ora che hanno deciso di separarsi. Sono cinici, spietati, disarmanti.

Lui è in crisi perché il mondo è cambiato, non è più ispirato, e per continuare la rima è “ancorato” ad un modo di concepire l’arte che nessuno cerca più. Lei invece è perfettamente in sintonia con la contemporaneità: il mondo ha bisogno di chimica. Per dormire, per mangiare, per scopare, per cagare. I binari su cui viaggiava il loro matrimonio si stanno irrimediabilmente allontanando, ma…C’è un ma! L’amore Lo provano ancora? Lo proveranno ancora?… Certamente lo hanno conosciuto e allora tutto si può fare. Lei suggerisce a Lui di usare la loro storia personale per la commedia che dovrà scrivere e Lui ha finalmente il successo che cercava da tanto, da troppo. Si lasceranno? Si ritroveranno? Di sicuro hanno ragione i grandi filosofi Coma Cose: comunque andrà, l’addio non è una possibilità.

Per informazioni e biglietteria: prenotare telefonicamente al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20. Acquisto online sul sito www.teatrostabile.umbria.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*