In piazza Carpine la nuova sede della proloco di Magione

È anche sede dell’Infopoint e già molti turisti, soprattutto italiani, ne hanno usufruito per visitare il Trasimeno

 
Chiama o scrivi in redazione


Inaugurazione_sede_proloco_Magione

In piazza Carpine la nuova sede della proloco di Magione – Inaugurata la nuova sede dell’Associazione turistica pro Magione in piazza Carpine, che funziona anche da Infopoint del paese, alla presenza dei rappresentanti comunali, delle associazioni locali e del consiglio della Proloco stessa.

Una collocazione che permetterà all’associazione di poter contare su una sede definitiva da cui gestire tutte le attività in programma e la riunificazione di tutto l’archivio storico attualmente suddiviso tra vari spazi. Nel locale, di proprietà dell’amministrazione comunale, sarà allestito, nel periodo estivo, l’ufficio informazioni turistiche del comune.

“Si tratta di un importante passo in avanti per l’Associazione – ha dichiarato nell’occasione il presidente della Proloco Andrea J. Biagini – che da qualche anno ormai non poteva più contare su una sede fissa. Inoltre, in queste prime settimane estive abbiamo già avuto riscontri positivi per quanto riguarda il turismo, indirizzando i visitatori – soprattutto italiani – verso i luoghi di interesse non solo magionesi ma anche del territorio lacustre in generale”.

“Si tratta di un obiettivo che abbiamo perseguito per oltre un decennio – ha aggiunto il sindaco Giacomo Chiodini – e che finalmente abbiamo raggiunto. Oltre che aver potuto finalmente dare una sede definitiva a una delle associazioni più importanti del territorio, è da rilevare la presenza, al suo interno, di alcune opere di Giorgio Lupattelli che testimoniano la stretta collaborazione che in questi anni si è creata tra la proloco e questo artista e il legame dell’associazione con il territorio. Un ringraziamento particolare per il lavoro fatto al riguardo a Cristina Tufo in qualità di ex-assessore alle attività produttive e di delegata del Comune nel consiglio della Proloco”.

Un legame che si rafforza in particolare durante il periodo estivo con la Settimana magionese e il Palio del gioco che, quest’anno, come tante altre manifestazione, non si farà a causa dell’emergenza sanitaria.

“Tuttavia – ha fatto sapere Biagini – non mancheranno eventi realizzati nel rispetto delle norme. Per domenica 9 agosto è già in programma una passeggiata nella storia con lo storico Giovanni Riganelli e il responsabile del Piedibuis Magione, Roberto Mancinelli. Ma non ci fermeremo qui. Anche con la collaborazione dei Rioni organizzeremo alcuni eventi nel periodo in cui avrebbe dovuto esserci la Settimana Magioense per ricordare a tutti che noi ci siamo nonostante la situazione di emergenza”.

Ricostruita dall’ex-presidente Luigi Bufoli parte della storia della proloco che ha festeggiato i cinquant’anni di vita documentati anche da un consistente patrimonio di libri e documenti che, già catalogati, saranno conservati nella nuova sede.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*